WIMBLEDON, I RISULTATI DEI DOPPI E DEL TORNEO JUNIORES

A Wimbledon si giocano anche le finali di doppio e quelle dei giovani campioni di oggi e forse i futuri campioni di domani. Ecco tutti i risultati.

Tennis. Decretati il re e la regina del torneo slam londinese con le vittorie di Novak Djokovic e Angelique Kerber, altrettanto spazio si è dedicato alle finali di doppio femminile e maschile e al torneo juniores.

In doppio maschile, in una finale decisa al quinto set, ad imporsi sono stati gli statunitensi Mike Bryan e Jack Sock con il punteggio di 6-3, 6-7, 6-3, 5-7, 7-5 opposti a Michael Venus e Raven Klaasen in 3 ore e 39 minuti di gioco. In campo femminile a vincere il torneo di doppio sono state invece le ceche Kreycikova e Siniakova che in 1 ora e 29 minuti si sono imposte su Melichar e Peschke (6-4, 4-6, 6-0). In doppio misto provano a lottare Jamie Murray e Victoria Azarenka contro Peya e Melichar, ma nulla da fare dopo aver perso ai vantaggi il primo set (7-6, 6-3).

Il torneo juniores, invece, viene vinto da Chun Hsin Tsen vincente contro il britannico Draper (6-1, 6-7, 6-4) e da Iga Swiatek opposta alla svizzera Kung (6-4, 6-2).


Nessun Commento per “WIMBLEDON, I RISULTATI DEI DOPPI E DEL TORNEO JUNIORES”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.