US OPEN: OSAKA FESTEGGIA IL PRIMO SLAM, SERENA PERDE LA TESTA

Performance magistrale della giapponese che si aggiudica il primo Slam in carriera all’età di 20 anni. Deludente Serena, nonostante l’appoggio del pubblico degli US Open

Tennis. Epilogo scioccante nella finale degli US Open 2018, quando erano tutti ormai pronti a festeggiare il 24° Slam in carriera di Serena Williams. La padrona di casa si è invece dovuta arrendere alla performance da urlo della giapponese Naomi Osaka, classe 1997, capace di imporsi grazie al punteggio di 6-2 6-4 senza mai dare alcun cenno di debolezza nel corso dell’intero match.

La giornata che coincide con il primo Slam della sua vita è stata parzialmente rovinata dalla follia di Serena, che si è scagliata violentemente contro l’arbitro Carlos Ramos definendolo “ladro” e incassando anche un penalty game durante il secondo parziale.

Per la minore delle sorelle Williams si tratta inoltre della seconda finale persa quest’anno in un Major, dopo la netta disfatta rimediata a Wimbledon per mano della tedesca Angelique Kerber. Una nuova stella è definitivamente sbocciata, auspicando che non sia destinata ad affievolirsi sotto la pressione che la avvolgerà nei prossimi mesi.

Mi dispiace che sia finita in questo modo, so che tutti facevano il tifo per lei“, dichiara emozionata Naomi. “Grazie per aver guardato la partita. Significa molto per me che mia mamma sia venuta a vedermi, non lo fa spesso. Sognavo di giocare con Serena in una finale allo US Open, sono contenta che il sogno si sia realizzato, grazie”.

Non voglio parlare di nulla, vi dico solo che lei ha giocato in maniera incredibile, ha vinto il suo primo Slam“, afferma Serena quasi in lacrime. “Siamo positivi, e celebriamo Naomi, basta fischi, congratulazioni  a lei, se lo merita. Spero di disputare un altro US Open l’anno prossimo“.

US Open, finale femminile:

[20] N. Osaka b. [17] S. Williams 6-2 6-4


Nessun Commento per “US OPEN: OSAKA FESTEGGIA IL PRIMO SLAM, SERENA PERDE LA TESTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.