CARLOS RAMOS SCAGIONATO DALL’ITF: “HA AGITO SECONDO LE REGOLE”

L’ITF si schiera dalla parte di Carlos Ramos, sfortunato protagonista dello scatto d’ira di Serena Williams nella finale degli US Open

Tennis. La vicenda che ha visto come protagonisti l’arbitro Carlos Ramos e Serena Williams durante la finale degli US Open continua a suscitare reazioni contrastanti, complice anche il sostegno fornito dalla WTA e dalla USTA verso la fuoriclasse a stelle e strisce. Numerosi sono stati invece i colleghi e giocatori che si sono schierati dalla parte del giudice di sedia portoghese, considerato uno dei migliori interpreti del circuito. Anche l’ITF ha voluto esprimere la sua posizione sull’accaduto.

“Carlos Ramos è uno dei più rispettati ed esperti arbitri nel mondo del tennis. Le decisioni del Sig. Ramos erano in accordo con le regole e sono state accettate dalle decisioni dello US Open di multare Serena Williams per le sue tre infrazioni. È comprensibile che quest alto profilo e lo spiacevole incidente potesse provocare del dibattito.

Allo stesso tempo è importante ricordare che il Sig. Ramos ha obbedito ai suoi obblighi di ufficiale in base a quelle che sono le direttive del regolamento e ha agito in tutte le occasioni con professionismo e integrità” – si legge nel comunicato rilasciato dall’ITF.

“Ha imparato a interiorizzare i sentimenti e le sensazioni: qualità che, in un match femminile, sono molto importanti. 

Carlos parla con calma e lentamente, senza cambiare tono di voce, sapendo ascoltare ma con la capacità di interrompere il giocatore, inclinandosi verso di lui per non creare una separazione psicologica, tenendo la mano sul petto. Credo che Carlos abbia fatto del suo meglio per calmare e risolvere la situazione”, ha rivelato il connazionale Jorge Dias.


Nessun Commento per “CARLOS RAMOS SCAGIONATO DALL'ITF: "HA AGITO SECONDO LE REGOLE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.