MIKHAIL YOUZHNY DICE BASTA: “ORGOGLIOSO DELLA MIA CARRIERA”

Il veterano russo Mikhail Youzhny ha deciso di appendere la racchetta al chiodo salutando il circuito dopo una splendida carriera
lunedì, 17 Settembre 2018

Tennis. Dopo una carriera ricca di soddisfazioni, oltre che straordinariamente longeva, Mikhail Youzhny appende definitivamente la racchetta al chiodo salutando davanti al pubblico amico dell’ATP di San Pietroburgo. Una decisione maturata da tempo, che nasconde innumerevoli implicazioni sia a livello agonistico che familiare.

“Comunque posso dire di aver avuto una grande carriera – spiega – non avrei mai pensato di poter giocare fino al 2018, peraltro ad alto livello. Sono stato uno dei più giovani a entrare tra i top-100 ATP. Posso dire di essere stato un professionista, fino all’ultimo.

Non avevo avuto buoni risultati, ma mi allenavo ancora. Sentivo di poter fare ancora qualcosa di buono. Ma dopo Wimbledon mi sono reso conto di aver perso troppi match combattuti. Anche durante le partite avevo la sensazione di non essere solido come avrei voluto. 

Per me è stata dura, troppi alti e bassi ed era dura recuperare prima del match successivo. Questa è stata la prima ragione della mia scelta. La seconda è che pensavo ai miei figli, alla mia famiglia. Non voglio che i miei figli siano costretti a vivere la mia vita. Penso che adesso sia io a dover vivere la loro.

Nel 2010 ho iniziato a collaborare con una scuola tennis in Siberia: a fine anno, trascorrevo 5-6 giorni lì per palleggiare con i ragazzi. Oggi, alcuni di loro puntano a diventare professionisti. È interessante. Inoltre lavorerò in una scuola tennis in Australia”.

Di certo mancherà al tour un giocatore del calibro di Youzhny, destinato a rimanere nella memoria degli appassionati russi nonostante non abbia raggiunto i picchi toccati dai connazionali Marat Safin e Nikolay Davidenko.


Nessun Commento per “MIKHAIL YOUZHNY DICE BASTA: "ORGOGLIOSO DELLA MIA CARRIERA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.