WTA ELITE TROPHY ZHUHAI: BARTY NON LASCIA SCAMPO A WANG

L’australiana si aggiudica l’ultimo titolo WTA della stagione in quel di Zhuhai, battendo in due set la padrona di casa Wang

Tennis. Va ad Ashleigh Barty l’ultimo titolo della stagione femminile 2018. La giocatrice australiana ha infatti portato a casa il WTA Elite Trophy di Zhuhai, battendo meritatamente in finale la padrona di casa Qiang Wang con il risultato di 6-3 6-4 in poco meno di un’ora e mezza.

La testa di serie numero 9 si è espresso su livelli elevati durante tutto l’incontro, nonostante il tifo del pubblico fosse indirizzato dalla parte della sua rivale. Non è bastato invece il coraggio alla tennista cinese, apparsa stanca dopo un’annata tanto logorante quanto soddisfacente.

“È stato un grande finale di stagione per me qui in Cina, finire l’anno con un titolo è una sensazione meravigliosa, non dimenticherò mai di essere lassù con una leggenda come Steffi Graf” – sono state le parole pronunciate dalla Barty al termine del match.

“Avevo già preparato tutte le mie borse alla porta per andare in vacanza ieri mattina, quando improvvisamente ho ricevuto un messaggio dal mio agente che mi diceva che ero in semifinale. Davvero? Immediatamente mi sono alzata dal lettino da massaggio e sono andato ad allenarmi sul campo” – aveva ammesso sorridente la Wang, beneficiaria del ritiro di Madison Keys.

Il tour WTA riprenderà quindi con il calendario 2019, ma resta ancora da disputare la finale di Fed Cup tra Repubblica Ceca e Stati Uniti. Le due compagini si affronteranno la settimana prossima in quel di Praga, anche se non ci sarà Karolina Pliskova, obbligata a dare forfait per un infortunio alla gamba contratto a Singapore.

WTA ZHUHAI, Finale:

[9] A. Barty b. [11] Q. Wang 6-3 6-4


Nessun Commento per “WTA ELITE TROPHY ZHUHAI: BARTY NON LASCIA SCAMPO A WANG”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.