RADWANSKA GETTA LA SPUGNA: “MI RITIRO”

La polacca Radwanska appende la racchetta al chiodo a 29 anni. Decisivi gli innumerevoli problemi fisici che l’hanno colpita nel 2018

Tennis. Dopo svariati problemi fisici che ne hanno minato le certezze fisiche e psicologiche, Aga Radwanska ha deciso di appendere la racchetta al chiodo ad appena 29. La tennista polacca ha infatti vissuto una stagione ben al di sotto delle aspettative, oltre a riscontrare l’impossibilità di gestire il proprio fisico in maniera ideale.

“Vorrei condividere una delle più importanti decisioni della mia vita – ha scritto Aga – oggi, dopo 13 anni, ho deciso di terminare la mia carriera. Non è stata una scelta facile, sono grata per quello che ho vissuto e ho tanti splendidi ricordi, tra cui 20 titoli WTA, il successo alle WTA Finals, la finale a Wimbledon e tanti altri ancora. 

Purtroppo non sono più in grado di allenarmi e giocare nel modo in cui ero abituata. Il mio fisico non è più in grado di reggere le mie aspettative. Prendendo in considerazione la mia salute e le esigenze sempre più pesanti del tennis professionistico, devo accettare il fatto di non essere in grado di spingere il mio corpo ai limiti richiesti”.

“Dico addio al circuito, ma non sto lasciando il tennis – ha aggiunto Radwanska – il tennis è sempre stato speciale nella mia vita, ma adesso è tempo per nuove sfide e nuove idee, spero esaltanti come quelle che ho avuto sul campo.

Durante la mia carriera ho sempre fatto del mio meglio per rappresentare il mio paese. Spero che i miei match siano stati fonte di gioia per voi (…). Grazie per ogni notte insonne passata davanti alla TV e per tutti i Fan Favorite Awards, il più bel riconoscimento per il mio duro lavoro”.


Nessun Commento per “RADWANSKA GETTA LA SPUGNA: "MI RITIRO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.