HAGGERTY: “IL CALENDARIO PUÒ ANCORA SUBIRE CAMBIAMENTI”

Il presidente dell’ITF Haggerty ha rilasciato dichiarazioni interessanti durante la finale di Coppa Davis tra Francia e Croazia

Tennis. Parlando a Lille durante la finale di Coppa Davis tra Francia e Croazia, il presidente dell’ITF Dave Haggerty è tornato sulla riforma che stravolgerà il format della competizione a partire dal 2019. Stando alle sue parole, i cambiamenti nel calendario potrebbero non essere ancora terminati, a dispetto delle innumerevoli critiche ricevute.

“Ci siamo incontrati la scorsa settimana a Londra, la conversazione è stata costruttiva – ha affermato Haggerty – ci vorrà del tempo, ma sono ottimista sul fatto che si possa lavorare con l’ATP. Ci sarà il turno di qualificazione a febbraio e il torneo finale a novembre: non abbiamo ancora trovato la soluzione per cambiare la data delle finali di Madrid. Tutto rimane aperto. Il calendario può ancora cambiare, perché ciò che conta è la salute dei giocatori. Per adesso, la fase finale è collocata a novembre.

La Coppa Davis ha un’eredità di 118 anni. È diversa dagli altri eventi. C’è passione, i giocatori sono coinvolti. Parliamo con l’ATP e l’idea è costruire un’unica grande competizione a squadre. Da parte nostra, pensiamo che sarà la Coppa Davis.

La maggior parte delle squadre in campo saranno europee, e sono sicuro che arriveranno tifosi da ogni parte del mondo. Ricordo che furono i giocatori a chiedere di giocare in un’unica settimana, in un solo posto. Abbiamo fatto questa riforma perché siamo responsabili dello sviluppo delle federazioni di tutto il mondo, ed è stata una bella opportunità.

Le piccole federazioni non perderanno più denaro con la Coppa Davis: la Francia non ha problemi, ma già per la Croazia è diverso. I giocatori croati ricevono pochi soldi dalla loro federazione, mentre la nuova formula cambierà tutto. Questo è il cuore della riforma.”


Nessun Commento per “HAGGERTY: "IL CALENDARIO PUÒ ANCORA SUBIRE CAMBIAMENTI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.