ALBERT COSTA: “NADAL CI DARÀ UNA MANO CON LA NUOVA DAVIS”

Albert Costa ritiene che i prossimi mesi saranno utili ad accrescere il prestigio della nuova Coppa Davis
venerdì, 7 Dicembre 2018

Tennis. Le innumerevoli critiche piovute verso il nuovo format della Coppa Davis non smorzano le ambizioni di Albert Costa, intenzionato a rendere la nuova manifestazione un successo planetario negli anni a venire. L’impresa non sarà affatto semplice, visto che molti big hanno già palesato la loro intenzione di non essere presenti a novembre.

Ora tutti si lamentano, ma era da tempo che i giocatori, che consideravano già morta questa competizione, chiedevano un cambiamento. Ora sono stati accontentati. Questa nuova formula li impegna per sole due settimane contro le quattro di prima.

Arriveranno a fine stagione più freschi e alcuni di loro potrebbero giocare anche solo la settimana delle finali. A Madrid poi si giocherà sul veloce indoor, come alle Finals di Londra.

Al contrario di quanto succedeva fino ad ora, ci saranno 18 nazionali in campo contemporaneamente, nella stessa città per una settimana intera. L’interesse rispetto a prima sarà molto più alto perché tutti, fans, investitori, televisioni si concentreranno sul torneo finale. La sfida tra Francia e Croazia, ad esempio, interessava solo ai diretti interessati e pochi altri appassionati.

Non facciamo altro che aggiungere nuovi eventi. Dovremmo provare a focalizzarci sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Quello che accadrà è che ci ritroveremo con due eventi di medio livello. Penso che crearne uno solo sia la soluzione ideale, per tutti quanti. Ci stiamo confrontando con ATP, Slam e ITF per cercare di risolvere i problemi, a partire da quello della data. Fidatevi, questa Davis vi conquisterà” – ha spiegato Costa.

Su Nadal: “Adora il nuovo format ed è dalla nostra parte, non solo per l’amicizia che ci lega. Lui è un professionista molto puntiglioso e durante la stagione ci darà una mano e cercherà far capire ai colleghi quanto sia positivo il cambiamento.


Nessun Commento per “ALBERT COSTA: "NADAL CI DARÀ UNA MANO CON LA NUOVA DAVIS"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COSTA, DAVIS ADDIO L'ex capitano continuerà a lavorare per la Federazione in qualità di coordinatore delle squadre spagnole. Per sostituirlo si parla di Corretja o Moya, anche se quest'ultimo su Twitter ha […]
  • SPAGNA, MOYA VICINO ALLA PANCHINA? Esonerato il capitano argentino Vazquez, potrebbe diventare vacante anche il posto di Albert Costa, che ha spiegato di volersi prendere alcuni giorni per decidere. Moya in pole position […]
  • BLANCO: “L’OBIETTIVO DELLA NUOVA DAVIS È PROTEGGERE GLI ATLETI” Tra le menti dietro alla nuova Coppa Davis figura il nome di Galo Blanco, assistito dall’ex capitano spagnolo Albert Costa
  • CAMPO PRONTO, CONTORNO MENO A meno di tre giorni dall'inizio della finale di Coppa Davis fra Spagna e Argentina lo Stadio Olimpico di Siviglia, sede dell'evento, appare poco più di un cantiere. Ma per venerdì sarà […]
  • COSTA SVELA DOMANI IL SUO FUTURO Il capitano si riunirà con il presidente Escañuela per comunicargli la sua decisione ufficiale: se lui medita un addio, il suo superiore lo vorrebbe ancora nel suo ruolo...
  • LE PAROLE DEI ”CAMPEONES” Dopo la premiazione sul campo compiuta da Re Juan Carlos, la festa degli spagnoli è continuata in conferenza stampa, con simpatiche battute e un clima naturalmente ben più disteso rispetto […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.