LAVER CUP: NEL 2019 TORNA NADAL, FEDERER AL SETTIMO CIELO

L’edizione 2019 della Laver Cup vedrà lo spagnolo ai nastri di partenza, dopo l’assenza forzata nel 2018

Tennis. Nonostante manchino ancora tanti mesi, la Laver Cup 2019 in programma a Ginevra comincia già a prendere forma. Dopo l’assenza del 2018, è stata infatti confermata la presenza di Rafael Nadal al fianco di Roger Federer nelle fila del Team Europa, che anche l’anno prossimo sarà guidato da Bjorn Borg.

“Mettere insieme due tra i più grandi giocatori e rivali che questo sport abbia mai avuto nella stessa squadra è molto esaltante per il nostro sport e ci darà la migliore possibilità di vincere la Laver Cup per il terzo anno consecutivo.

A Praga sapevamo che sarebbe stato speciale ma forse abbiamo sottovalutato quanto potesse essere significativo vederli seduti uno accanto all’altro confrontandosi e sostenendosi a vicenda insieme ai loro compagni in panchina.”

Federer e Nadal sono anche loro al settimo cielo, con lo spagnolo che ha ringraziato Borg per la chance: “Sono molto emozionato per il fatto che il nostro capitano mi abbia scelto, farò del mio meglio per essere all’altezza di quanto abbiamo fatto a Praga lo scorso anno.”

Federer, dal canto suo, si definito molto contento del successo che sta avendo la manifestazione da lui stesso ideata: “Siamo rimasti tutti sconvolti dal successo della Laver Cup che in appena due anni è diventata davvero speciale per tutti i giocatori coinvolti di entrambe le squadre.”

Oltre a giocarsi in casa, quella del 2019 potrebbe davvero essere l’ultima Laver Cup per il fenomeno svizzero da giocatore, anche se Roger ha più volte ribadito di non aver mai pensato al ritiro fino a questo momento.


Nessun Commento per “LAVER CUP: NEL 2019 TORNA NADAL, FEDERER AL SETTIMO CIELO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.