FEDERER CONFESSA: “MI SAREBBE PIACIUTO SFIDARE BORIS BECKER”

A pochi giorni dall’inizio della nuova stagione, Roger Federer ha espresso tutta la sua ammirazione verso Boris Becker
mercoledì, 19 Dicembre 2018

Tennis. Quando manca ormai davvero poco all’inizio della nuova stagione, Roger Federer sta svolgendo la sua preparazione a Dubai prima di volare a Perth per disputare la Hopman Cup. Il fuoriclasse svizzero è stato premiato da Boris Becker con l’ennesimo Laureus Award, il che gli ha permesso di esprimere tutta la sua ammirazione verso la leggenda tedesca.

“Mi sarebbe piaciuto sfidare Boris. Era il mio idolo sin da piccolo e possiamo dire che sia stato lui a farmi avvicinare al tennis. Se sia cambiata l’erba? Bisogna chiederlo ai giocatori più anziani di me. Ricordo quando vinsi Wimbledon Junior nel ’98, giocai solo sulla linea di fondo.

Stessa cosa l’anno dopo, nel circuito maggiore. Dal 2000, 2001 invece ho cominciato a scendere più spesso a rete, ma comunque sono rimasto quasi sempre in difesa, quindi per me le condizioni dell’erba sono rimaste praticamente uguali.

Bisogna quindi chiederlo agli altri ragazzi; c’è chi ha detto che è facile servire e scendere a rete, alla fine hanno dovuto ricredersi. Penso che siano cambiate molte cose, ma non so il perchè. Da giovane avevo uno stile molto più aggressivo rispetto ad ora.

Quando entrai nel circuito prendevo molti più rischi sotto ogni aspetto del mio gioco e scendevo tantissime volte a rete. Ora ho capito come giocare. Sicuramente possono aiutare gli allenatori con le loro tattiche e i loro consigli, ma alla fine gioco come dico io, nel miglior modo possibile” – ha dichiarato Federer, che andrà a caccia del terzo trionfo consecutivo agli Australian Open (il settimo in carriera).


Nessun Commento per “FEDERER CONFESSA: "MI SAREBBE PIACIUTO SFIDARE BORIS BECKER"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.