TSITSIPAS: “TORONTO È STATO IL MIGLIOR TORNEO DELLA MIA CARRIERA”

La giovane stellina greca Tsitsipas ha effettuato enormi progressi nel 2018, candidandosi ad un ruolo da protagonista nel 2019
giovedì, 20 Dicembre 2018

Tennis. La stagione di Stefanos Tsitsipas è stata costellata di soddisfazioni, come i trionfi a Stoccolma e alle Next Gen ATP Finals di Milano. Il giovane talento greco si è issato al numero 15 del ranking mondiale, raggiungendo la sua prima finale in un appuntamento 1000 questa estate sul cemento di Toronto.

“A Toronto non davo attenzione al nome del mio avversario, pensavo solo a me stesso e al mio gioco. Sapevo che se avessi pensato troppo avrei perso, quindi mi dicevo solamente di giocare e basta. Ero felicissimo dopo la vittoria su Djokovic, sembrava di sognare ad occhi aperti. Il calore del pubblico è stato fantastico, era quasi come giocare in casa.

A Barcellona avevo già perso contro Rafa, quindi non è stato facile tornare in campo di nuovo contro di lui in finale. Nonostante la sconfitta, affrontare Nadal è stata una grande esperienza  e penso che in futuro potrò avere più chance di batterlo, ma devo continuare a lavorare e migliorare.

Il mio team è molto forte, mi supporta molto. Avere mio padre al mio fianco è molto importante, possiamo vivere tutte queste esperienze insieme” – ha dichiarato Tsitsipas in una recente intervista.

Dello stesso parere anche papà Apostolos: “Il tennis sta cambiando e ci sono delle dinamiche che sono da tenere in considerazione in giocatori di questa età. Il riferimento che lei ha fatto è significativo, perché richiama agli aspetti più delicati che impattano sui giovani giocatori, fattori importanti che influiscono sulla prestazione in campo. Lo scorso anno Stefanos aveva 19 anni. Il suo fisico non era ancora sviluppato, dal punto di vista della mentalità non era ancora sviluppato al 100%, il suo tennis non era ancora sviluppato.

Quest’anno invece ha gestito tutto questo al massimo livello. Quello che intendo dire è che quando abbiamo a che fare con dei giocatori giovani è importante stare molto attenti a non creare illusioni, a non arrivare a delle conclusioni affrettate. Non è necessario. Bisogna dare loro un’opportunità, guidarli nel modo giusto, fare il lavoro giusto per metterli in condizione di esprimere le loro migliori qualità. Ma non bisogna correre troppo.”


Nessun Commento per “TSITSIPAS: "TORONTO È STATO IL MIGLIOR TORNEO DELLA MIA CARRIERA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.