DJOKOVIC: “HO DOVUTO SCAVARE IN PROFONDITÀ PER RISALIRE”

Il numero 1 del mondo Novak Djokovic è pronto e motivato per l’inizio della nuova stagione, senza però dimenticare i tempi bui

Tennis. La tradizionale esibizione di Abu Dhabi sarà il primo banco di prova anche per l’attuale numero 1 del mondo Novak Djokovic, chiamato a difendere pochissimi punti almeno fino alla metà del 2019. Il fuoriclasse serbo ha la concreta chance di distanziare notevolmente i suoi rivali, soprattutto se dovesse centrare il settimo sigillo sotto il sole di Melbourne.

“Sono stati 12 mesi molto emozionanti. L’anno scorso qui mi stavo ancora portando dietro la lesione al gomito che ha provocato l’intervento chirurgico. Sono davvero riconoscente che questa stagione mi abbia insegnato molto su di me come tennista e come persona. Ho dovuto davvero scavare in profondità per rovesciare il tavolo a mio favore.

Sento di non dare priorità al successo sul campo da tennis, come facevo probabilmente fino cinque anni fa. Adesso il tennis per me è più una piattaforma per altre cose, per i valori che voglio condividere e per i messaggi che voglio dare alle giovani generazioni” – ha spiegato Djokovic alla vigilia dell’evento.

Non poteva mancare un accenno ai tempi bui: “Sentivo di dovermi riconnettere con la natura. Sono andato in vacanza con la mia famiglia e un giorno, mentre facevo un pisolino sulla spiaggia, ho sentito una nuova ondata di energia e ho resettato. 

Dobbiamo capire che siamo connessi a più livelli, non solo fisicamente. Siamo connessi gli uni con gli altri, con la natura, con la Terra, con l’Universo, in un senso energetico e vibrante. In qualunque modo lo si voglia immaginare, io sento che c’è un ordine superiore che ha creato tutto questo e tutti noi.”


Nessun Commento per “DJOKOVIC: "HO DOVUTO SCAVARE IN PROFONDITÀ PER RISALIRE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.