MURRAY NON MOLLA: “VOGLIO GIOCARE IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE”

L’ex numero 1 del mondo Andy Murray fa sul serio in vista del 2019, ammettendo di avere ancora qualche dolore all’anca
domenica, 30 Dicembre 2018

Tennis. Dopo essere rimasto ai box per la maggior parte del 2018, Andy Murray intende tornare prepotentemente ad altissimi livelli, magari già a cominciare dagli Australian Open. Il fuoriclasse britannico considera ancora molto lontano il momento del ritiro, anche se il 2019 si prospetta fondamentale per la sua intera carriera. Il tre volte campione Slam è infatti reduce da un serio infortunio all’anca.

“Vuoi ritirarti alle tue condizioni, se l’avessi fatto sei mesi fa, adesso guardando indietro, sarei pentito. Dovevo spronarmi, così da tornare ad un livello consono che mi rendesse felice. Posso competere ad alti livelli, ma devo trovare costanza giorno dopo giorno. Questa è la mia prima sfida.

In questo ultimo anno sono cresciuto a livello personale, ed è pazzesco come possano cambiare le cose in un periodo di tempo così breve. Quando ho affrontato il problema all’anca ero il primo del ranking, dodici mesi dopo mi trovavo invece in enormi difficoltà.

In questo periodo ho constatato che per me non c’è cosa migliore che stare nel Tour. Amo allenarmi, la competizione e lo spogliatoio, voglio giocare il più a lungo possibile. Ci sono altri obiettivi che voglio raggiungere, se sarò in grado, lo vedremo presto” – ha spiegato Murray alla viglia del nuovo anno.

“Ho ancora un po’ di dolore all’anca, ma ho bisogno di giocare partite e vedere come ci si sente quando sono in grado di giocare due, tre, quattro partite in fila. Lo scorso anno – ha aggiunto lo scozzese – quando sono arrivato qui è stato difficile. Oggi sto sicuramente meglio.”


Nessun Commento per “MURRAY NON MOLLA: "VOGLIO GIOCARE IL PIÙ A LUNGO POSSIBILE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.