FEDERER: “IO E NADAL SIAMO DIVERSI, MA RIUSCIAMO AD ECCELLERE”

Il venti volte campione Slam Roger Federer ha commentato la sua rivalità con Rafael Nadal, tra le più emozionanti nella storia dello sport
venerdì, 15 Marzo 2019

Tennis. La longevità di Roger Federer contribuisce a rendere lo svizzero uno degli atleti più grandi di ogni epoca. Il fuoriclasse elvetico ha sempre dimostra anche una capacità innata di adattarsi alle situazioni, con riferimento alla scelta degli organizzatori di Indian Wells di programmare il suo match di quarti alle 11:00 locali.

“Ho messo la sveglia alle 07:00 e sono andato ad allenarmi alle 08:30. Poi sono tornato a casa e ho fatto una doccia; ho parlato un po’ della partita, mangiato la pasta alle 09:30 e sono tornato qui. Fatto il riscaldamento ero pronto per giocare.

Le cose sono state un po’ differenti ma per fortuna mi era stato detto con un giorno e mezzo di anticipo che avrei giocato alle 11:00. Ho detto ‘va bene’, che potevo fare? Non hai scelta, devi solo andare a letto prima e io l’ho fatto” – ha dichiarato Federer.

Sulla rivalità con Rafael Nadal: “Siamo due persone molto diverse, sia come personalità che come giocatoriIl modo in cui affrontiamo le cose è molto differente, ma entrambi troviamo il modo di eccellere. 

Poi c’è il fatto che lui ha un gioco impostato per la terra mentre io per l’erba, e tutti e due abbiamo dovuto lavorare per adattarci alle altre superfici. Quando lui è venuto fuori io ero già numero 1 e il suo cercare di raggiungere la vetta ha reso la rivalità ancora più interessante. È stato proprio un bel viaggio al suo fianco“.

Sul nuovo torneo di Miami:Mi mancherà tutto di Key Biscayne. Era una grande sede con tantissima storia; un tempo era considerato il quinto Slam. Giocavamo al meglio dei cinque set dall’inizio del torneo e lì ho disputato parecchie battaglie epiche.

Sono cambiate un sacco di cose. Riesco a ritornare indietro fino al ’98 quando vinsi il titolo junior contro Coria in finale e Nalbandian in semi, per conquistare la posizione n. 1 a livello junior. Era il primo anno che l’evento si teneva a Crandon Park.”


Nessun Commento per “FEDERER: "IO E NADAL SIAMO DIVERSI, MA RIUSCIAMO AD ECCELLERE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.