BERRETTINI: “NON VEDEVO L’ORA CHE ARRIVASSE LA TERRA ROSSA”

Ottimo inizio di Berrettini al Foro Italico di Roma, ma al secondo turno servirà un’impresa contro Alexander Zverev

Tennis. Ottimo esordio per Matteo Berrettini agli Internazionali BNL d’Italia 2019, dove il giovane talento romano ha estromesso in due set il francese Lucas Pouille in un match controllato dall’inizio alla fine. L’allievo di Vincenzo Santopadre ha sfruttato anche l’appoggio del pubblico amico e l’atmosfera unica del Foro Italico.

“Non vedevo l’ora che arrivasse la terra rossa, perché si adatta molto al mio gioco, valorizza le rotazioni, nei colpi e nel servizio, e le mie palle corte. Qui i grandi tornei iniziano subito ed è sempre necessario dare il massimo” – ha dichiarato Berrettini.

“A inizio anno – ha aggiunto Matteo – forse non ho ottenuto i risultati sperati, ma ho perso spesso lottando con grandi giocatori, come in Qatar contro Bautista-Agut, che alla fine ha vinto il torneo, Stefanos Tsitsipas agli Australian Open ecc. Poi è chiaro, sulla terra mi trovo meglio e credo di poter fare ora i più grandi risultati.”

Al secondo turno ci sarà Alexander Zverev: “Con lui devo dare il massimo, è un campione: ha un anno in meno di me e ha vinto già tanto, è top-ten, quindi parto molto sfavorito. Con lui ho giocato e perso proprio qui l’anno scorso (5-7 2-6 nel secondo turno), ma in certi momenti ho fatto la mia partita e sento quest’anno di essere molto cresciuto.

Con lui devo cercare di servire molto bene come oggi [dove ha servito con una media di oltre 210 km all’ora e ha concesso solo 4 punti con la prima] e accorciare gli scambi, non mi conviene fare a pallate con lui. In ogni caso dovrò pensare al mio gioco, non al suo”.

Su Fognini: “Fabio? È l’idolo di tutti noi più giovani. Sul piano tecnico-tattico siamo molto diversi, quindi personalmente non mi dà consigli. Però mi stimola sempre, è un esempio. Due anni fa proprio qui con lui ho preso una bella “scanizza”, come diciamo noi… Anche da questa sconfitta ho imparato molto.”


Nessun Commento per “BERRETTINI: "NON VEDEVO L'ORA CHE ARRIVASSE LA TERRA ROSSA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.