A HOUSTON LORENZI SI INFRANGE SU ALMAGRO

TENNIS - Il senese esce di scena a testa alta, in virtù del doppio 6-4 subito dall'iberico favorito numero uno del torneo. A Casablanca, vince ancora Wawrinka su Garcia Lopez, ed in semifinale affronterà Tommy Robredo, che ha regolato Paire in tre set
sabato, 13 Aprile 2013

Tennis. A Houston si è conclusa la marcia di Paolo Lorenzi nel tabellone principale. Il senese si è infranto stasera contro il numero uno del seeding Nicolas Almagro che si è imposto con un doppio 6-4. Un solo precedente tra i due che risaliva allo scorso anno quando, sempre l’iberico, regolò in tre set l’azzurro al primo turno del Roland Garros. Buona prestazione complessivamente di Lorenzi il quale, contro un avversario piazzato decisamente meglio in classifica, ha dimostrato di potersela giocare senza timore rimanendo sempre concentrato ed attaccato al match. Il primo set ha visto infatti Nico correre più pericoli. Il numero 12 del ranking ha dovuto annullare ben due palle break sul suo servizio. Sul 5-4 a favore dello spagnolo però Lorenzi in battuta ha commesso l’errore di distrarsi fatalmente quel tanto che è bastato a fargli perdere il primo set: fattosi rimontare da 40-30, con tre gratuiti ha favorito il break dell’avversario il quale in tal modo ha potuto allungare. Nel secondo parziale il senese ha risentito un po’ dello smacco andando sotto gravemente 3-0 con un break di svantaggio. Non si è dato però per vinto ed ha recuperato stoicamente issandosi fino al 4 pari. Il decimo gioco è stato poi ancora una volta deleterio perché il nostro tennista ha ceduto di nuovo il servizio, stavolta in maniera più netta, consegnando la vittoria ad Almagro. Prima dell’italiano erano scesi in campo Rhyne Williams e Ruben Ramirez-Hidalgo. Ebbene la wild card statunitense ha proseguito la sua cavalcata mettendo in bacheca un’altra vittoria e raggiungendo la sua prima semifinale in carriera. Vittoria di cuore del 22enne di Knoxville che nel terzo set ha recuperato dal break di svantaggio portando poi a termine una importantissima vittoria in poco meno di due ore e mezza. Il numero 144 a stelle e strisce è atteso ora dalla prova del fuoco proprio contro l’iberico in semifinale. La seconda semi vedrà invece di fronte il campione uscente Juan Monaco ed il padrone di casa John Isner. L’argentino in nottata non ha lasciato alcuno scampo a Robby Ginepri. Solo un game vinto per il qualificato americano che non ha mai messo in pericolo il servizio del sudamericano subendo a sua volta ben cinque break point nel corso del match. Leggermente più impegnativo l’incontro del numero cinque del seeding con il lituano Ricardas Berankis. Isner ha però prevalso in tre set facendo tesoro del suo devastante servizio (19 aces e 89% di prime in campo).

Nel pomeriggio l’Atp 250 di Casablanca ha stabilito il gruppo dei migliori 4 che andranno sabato a giocarsi i due posti per la finale. Primi a scendere in campo sono stati Tommy Robredo e Benoit Paire. Lo spagnolo è stato già finalista qui in Marocco nel 2001 quando perse da Guillermo Canas. Oggi si è guadagnato la seconda semifinale in un torneo Atp del 2013 battendo in tre set il ragazzo terribile francese. Match molto duro in cui l’iberico si è dapprima portato avanti di un set grazie alla vittoria del tie break per poi farsi riacciuffare da Paire che ha vinto facile il secondo parziale per 6-2. A quel punto si poteva immaginare una definitiva inversione di tendenza da parte del transalpino che ha però tradito le aspettative cedendo per l’ennesima volta di testa. Dopo infatti che Robredo si è aggiudicato il primo gioco del set decisivo l’avversario è totalmente uscito dalla partita subendo così un severo 6-0 che ha regalato la semi al 30enne spagnolo. Lì ad affrontarlo ci sarà Stanislas Wawrinka che ha passeggiato su Guillermo Garcia-Lopez concedendogli solo tre giochi in tutta la partita. Nulla da dire sulla gara dell’elvetico, già vincitore nel 2010 su Hanescu, che ora avrà il compito di ridurre il cospicuo svantaggio che vanta (1-4) nei confronti diretti con lo spagnolo. Nessun problema anche per Kevin Anderson, testa di serie numero 2, che in un’ora e mezza si è liberato di Grega Zemlja vincendo così il suo primo quarto di finale sulla terra battuta. Tra il sudafricano e la seconda finale Atp della stagione si frappone il favorito numero tre Martin Klizan. Il mancino slovacco, carnefice del nostro Filippo Volandri ieri, ha battuto Robin Haase in due set assicurandosi così la prima semifinale dell’anno.

Di seguito tutti i risultati di questo venerdì:

Gran Prix Hassan II, Casablanca – Quarti di Finale

Stanislas Wawrinka [1][W] d Guillermo Garcia-Lopez 6-1 6-2

Tommy Robredo d Benoit Paire [4] 7-6(4) 2-6 6-0

Martin Klizan [3] d Robin Haase [7] 7-5 6-1

Kevin Anderson [2] d Grega Zemlja [8] 6-4 6-4

U.S. Men’s Claycourt Championship, Houston – Quarti di Finale

Nicolas Almagro [1] d Paolo Lorenzi [7] 6-4 6-4

Rhyne Williams [W] d Ruben Ramirez-Hidalgo 7-6(1) 1-6 6-4

John Isner [5] d Ricardas Berankis 6-3 3-6 6-3

Juan Monaco [3] d Robby Ginepri [Q] 6-1 6-0


Nessun Commento per “A HOUSTON LORENZI SI INFRANGE SU ALMAGRO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.