ABU DHABI SOTTOSOPRA, FUORI MURRAY E RAONIC

Mubadala World Tennis Championship, fuori il numero uno del mondo e il canadese. Ad Abu Dhabi la finale è Nadal-Goffin, Tsonga quinto
venerdì, 30 Dicembre 2016

TENNIS – Assistere ad una finale al vertice del ranking è un’idea che il popolo degli Emirati Arabi deve accantonare rapidamente. Il Mubadala World Tennis Championship di Abu Dhabi vede sovvertiti i pronostici della vigilia: il torneo di esibizione nella terra degli emiri mette sotto scacco Andy Murray e Milos Raonic, alla gara d’esordio in semifinale e potenziali rivali nell’ultimo atto di domani. La gloria del venerdì è tutta per Rafa Nadal e David Goffin.

Il colpo grosso arriva principalmente dal tennista belga, che batte il numero uno del mondo nella prima semifinale. Il divario tecnico, oltre che di classifica, lasciava intendere un pomeriggio pressoché tranquillo per lo scozzese, che invece vede il rivale archiviare la pratica nel giro di due set. Più concreto il numero 11 del ranking mondiale, che chiude il primo parziale al tie-break con il punteggio di 7-4. Nel secondo, invece, l’allungo arriva prima: la chiusura 6-4 arriva in un’ora e quarantadue minuti di gioco complessivo, firmando la prima sorpresa di giornata.

L’altra, anche se tale, non è così stupefacente ma è comunque d’impatto e prospettiva. Nadal lotta fino al terzo set contro Raonic, ma mette subito in chiaro le cose con un primo set che ammutolisce il canadese: 6-1 e pesante avviso ai naviganti. Milos riporta il maiorchino con i piedi per terra, vincendo 6-3 il secondo, ma perde il terzo con lo stesso punteggio e deve dire addio ad una finale che, oltre ad essere effettivamente l’ultimo palcoscenico dell’anno solare, è anche un indicatore delle prossime settimane del circuito maschile. E la percezione giunta agli occhi degli spettatori è che Rafa non è stato ancora domato.

Nella finalina per il quinto posto, invece, si affrontano i due sconfitti del turno eliminatorio del giovedì. Jo-Wilfried Tsonga ottiene il premio di consolazione rimontando e battendo Tomas Berdych. Il ceco vince il tie-break del primo set con il risultato di 7-5, poi incassa il 6-3 del francese che porta il match ai vantaggi. L’inerzia a favore del bleu si conferma anche negli ultimi scambi: 10-3 il punteggio dello spareggio, che gli consegna almeno il penultimo piazzamento.

Domani andrà in scena la finale tra Nadal e Goffin. Orario d’inizio previsto per le ore 12:00 italiane, ma prima ci sarà modo di assistere ad una vera e propria finale anticipata: Murray e Raonic si contenderanno il gradino più basso del podio con la finale per il terzo posto. Start alle 10:00.


Nessun Commento per “ABU DHABI SOTTOSOPRA, FUORI MURRAY E RAONIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.