ACAPULCO, FUORI LA PUIG

Niente da fare per la medaglia d'oro olimpica, ad Acapulco va avanti la McHale. Tutto ancora apertissimo, e senza favoriti, a Kuala Lumpur

TENNIS – Dopo i crolli della prima metà della settimana a Kuala Lumpur, continuano a scricchiolare anche le certezze di Acapulco. Tra il torneo della Malesia e quello messicano, non mancano i risultati a sorpresa, che coinvolgono anche i medagliati olimpici di Rio de Janeiro. L’ingresso nel weekend, con il completamento del quadro delle semifinali, apre alle numerose interpretazioni e ai numerosi pronostici del sabato e della domenica.

Si parte proprio dall’Abierto Mexicano de Tenis, che nella notte saluta la medaglia d’oro delle ultime Olimpiadi. Monica Puig esce sconfitta dal quarto di finale contro Christina McHale: l’americana le rifila un pesante 6-2 6-2 che non lascia spazio a spiragli di equilibrio. Semifinale blindata per la tennista a stelle e strisce, che ora se la vedrà con Kiki Mladenovic. Anche per la giocatrice francese arriva un successo in due set, 6-4 6-3, ai danni di Kirsten Flipkens. L’altra sfida da cui emergerà la finalista di domenica, invece, è quella tra Tsurenko e Lucic-Baroni. L’ucraina supera la Ostapenko con il punteggio di 6-3 7-6[5], mentre la croata continua la sua cavalcata grazie al 6-2 6-3 contro la Parmentier.

Situazione ancor più intricata, se possibile, sul cemento del BMW Malaysian Open, orfano delle prime quattro teste di serie già al termine degli ottavi di finale. Nei quarti andati in scena in mattinata, spiccano i successi della Barty e della Hibino: l’australiana prosegue la sua marcia grazie ad una vittoria con il risultato di 6-0 7-6[2] contro la cinese Zhang, mentre la giapponese vince la sfida delle sorprese contro l’olandese Kerkhove, che va ko 7-6[4] 6-3. Entrambe, adesso, dovranno fronteggiare le altre due semifinaliste che si qualificano con i verdetti odierni: per la tennista oceanica c’è un’altra cinese, la Han, che nei quarti vince il derby con la Wang in rimonta al terzo set. La nipponica, invece, affronterà la polacca Linette, vincitrice ai danni della Duan in tre set nell’ultimo quarto in programma.

Tra stanotte e la mattinata del sabato, andranno in scena i quattro match che decreteranno le finaliste tra Acapulco e Kuala Lumpur. Tanta carne al fuoco nelle prossime ore, con un’altissima percentuale di outsider che ha confermato di essere più in palla rispetto alle big. Un segnale forte sia per la settimana tra Malesia e Messico, sia per gli impegni Premier in programma durante l’imminente tournèe statunitense.


Nessun Commento per “ACAPULCO, FUORI LA PUIG”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.