SIMON-ALMAGRO, A VOI AMBURGO

Nelle semifinali di Amburgo Simon supera Youzhny in rimonta, mentre Almagro domina Verdasco. Ad Atlanta Isner primo finalista
sabato, 23 Luglio 2011

Amburgo 23 Luglio 2011 – Il torneo 500 di Amburgo conosce finalmente i protagonisti dell’atto conclusivo, che rispondono ai nomi di Gilles Simon e Nicolas Almagro. Il francese ha infatti eliminato in rimonta Mikhail Youzhny, mentre il venticinquenne di Murcia ha prevalso con facilità sul connazionale Verdasco.

Gilles Simon torna in una finale da cui mancava dal torneo di Sydney di inizio anno, vinto in finale su Troicki. L’ultimo ostacolo è stato Mikhail Youzhny, che lo precedeva di una posizione nella lista delle teste di serie (quattro e cinque). Dopo un ottimo inizio di Youzhny, dominatore o quasi del primo set, chiuso per 6-3, il match è girato tra la fine del secondo set. Sul 3-3, dopo alcuni game battagliati, Misha cede il servizio a zero e con esso sei giochi consecutivi che regalano a Gilles Simon il 6-3 del pareggio ed un decisivo 3-0 nel terzo set.

Da lì nessuna sorpresa, e Simon chiude per 6-1 ottenendo l’undicesima finale della carriera, sconfiggendo Youzhny per la seconda volta in nove match. Da notare l’8-2 del ragazzo di Nizza nelle precedenti finali.

Non ha dovuto faticare troppo Nicolas Almagro per raggiungere la quinta finale dell’anno, nonostante i precedenti vedessero Verdasco in vantaggio per 4-1. Il numero 3 del tabellone non ha concesso nulla al connazionale, apparso molto appannato, capitolando per 6-4 6-1. I precedenti tra i due finalisti sono sull’1-1.

Ad Atlanta c’è una sola certezza. Il vincitore sarà un tennista americano. Nonostante la crisi del tennis a stelle e strisce, l’eliminazione di Gilles Muller per mano di John Isner lascia in gara solo tennisti made in USA. L’altissimo tennista di Greensboro porta così a nove la sua striscia di successi, iniziata con il trionfo Newport.
In una giornata poco propizia allo sport lussemburghese (ci riferiamo alla debacle di Andy Schleck che ha ceduto la maglia gialla al Tour de France), Gilles Simon le ha tentate tutte per raggiungere la finale, ma ha dovuto arrendersi alla distanza al numero 35 del mondo. Dopo due set combattuti, 7-5 il primo per Isner e 7-6 per Muller il secondo, il quinto set non ha avuto storia, con Isner capace di salire 5-0 prima di chiudere 6-1, raggiungendo così la settima finale della carriera.

Ora John attende Mardy Fish che non si è fatto sorprendere dal rampante Ryan Harrison, sconfitto per 6-2 6-4. Come da tradizione, Fish ha costruito la vittoria sul servizio, concedendo le briciole all’avversario diciannovenne, che ha avuto a disposizione una sola palla break. Mardy arriva così alla diciottesima finale della carriera con l’obiettivo di migliorare il parziale di cinque vittorie e dodici sconfitte. I precedenti sono tre, tutti estremamente combattuti, con due vittorie ad uno per il numero 9 del mondo.


Nessun Commento per “SIMON-ALMAGRO, A VOI AMBURGO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • “POSSIAMO BATTERE LA SPAGNA” Il capitano statunitense Jim Courier pensa alla semifinale di Davis contro gli iberici: “non siamo i favoriti, ma siamo pronti a giocarcela”. E John Isner conferma: “possiamo vincere anche […]
  • STEBE CONTINUA A STUPIRE Il ventenne tedesco batte Davydenko per la seconda volta in due settimane, e dopo i quarti di Stoccarda raggiunge gli ottavi ad Amburgo. Bene i favoriti, Seppi superato da Stepanek
  • LA NONA SINFONIA DI SIMON Gilles si aggiudica l'Atp 500 di Amburgo superando Almagro in tre set: 6-4 4-6 6-4. Il tennista transalpino, al secondo titolo stagionale, torna a vincere un torneo sulla terra dopo tre […]
  • SUPER FOGNINI, HAAS DI NUOVO TRAVOLTO TENNIS - Seconda semifinale consecutiva per il talento ligure ad Amburgo. A farne le spese di nuovo il padrone di casa Tommy Haas che si arrende in due set. In semifinale l'azzurro […]
  • UN FEDERER DA DIECI E LODE Il successo a Indian Wells vale allo svizzero il massimo dei voti nel nostro pagellone. Bene anche Isner, Nalbandian, Almagro e Istomin. Deludono invece Murray, Gasquet, Fish e i nostri portacolori
  • IL TRAGUARDO DI SIMON Vincendo ad Amburgo, Gilles potrebbe raggiungere Leconte nella classifica transalpina per titoli dietro a Noah e Forget e allo stesso tempo rientrare nella top ten

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.