AGASSI AMMETTE: “PERDEREI COI FAB THREE AL MEGLIO”

L'americano parla dei migliori di quest'epoca e del raffronto coi suoi tempi
lunedì, 3 Settembre 2018

Tennis. Agassi è tornato a parlare della sua carriera, di alcune scelte che non rifarebbe e di quelli che sono i protagonisti del nuovo millennio, con un’affermazione sorprendente.

Professionalmente, il mio peggiore errore è stato firmare per AdidasPersonalmente, quello di lasciare la Nike. È stato un terribile errore a cui ho dovuto riparare, sono tornato a parlare con Phil Knight– fondatore della Nike- dopo tanto tempo, ma alla fine è stato come tornare a casa”.

Sull’autobiografia Open afferma: “Non ero a mio agio con l’idea che le persone potessero davvero capire la mia persona. Almeno ho scelto il momento migliore per essere famoso. Potevo bere e comportarmi come volevo, non avevo paura di nulla, perché i giornalisti e i paparazzi venivano visti da molto lontano. Ora, con i nuovi cellulari e con i social network, tutti possono essere dei paparazzi, per questo i social sono terribili. In questo sono stato fortunato. Se dovessi essere famoso adesso, non so cosa succederebbe”.

Confrontando quest’epoca con la sua sorprende il pensiero dlel’americano: “A questo livello avrei resistito meno di quindici minuti prima di arrendermi. Novak DjokovicRafael Nadal e Roger Federer non li avrei battuti neanche in un milione di anni. La mia miglior versione non vincerebbe con la miglior versione di ciascuno dei tre. Ma i giorni in cui ho odiato questo sport sono passati, ora posso sedermi, vedere, insegnare e commentare”.

 


Nessun Commento per “AGASSI AMMETTE: "PERDEREI COI FAB THREE AL MEGLIO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.