AGASSI: “PENSAVO FEDERER FOSSE PEGGIO DI SAMPRAS”

Agassi parla di Federer, Wimbledon e il paragone con Sampras
venerdì, 6 Luglio 2018

Tennis. André Agassi in una lunga intervista a Yahoo ha avuto modo di parlare di colui il quale è il padrone di casa a Wimbledon e anche quest’anno sarà il favorito per la vittoria finale, Roger Federer.

Quando si parla dell’americano e dello svizzero, è impossibile non introdurre il nome di Sampras: “Ero convinto che Roger fosse un Pete in peggio perché aveva tante lacune di gioco. Non a caso l’ho battuto nelle prime tre volte che l’ho affrontato, una volta a Basilea, poi agli Us Open e l’ultime nelle finali di Miami”.

Interessanti gli spunti tecnici offerti da Agassi, quando parla di Federer: “Nei primi due incontri, era uno da servizio e volée, punto. A Miami, invece, ricordo di averlo visto battere Leyton Hewitt in semifinale giocando da fondo campo e a quei tempi pensavo che, pur con l’indiscutibile talento che aveva, quel cambio di gioco non avrebbe funzionato. Poi però ci siamo incontrati in finale e sebbene sentissi di avere il controllo del match, lui migliorava punto dopo punto e anche se alla fine ho vinto, dopo l’incontro ho pensato che fosse già piuttosto speciale e che continuando con quel modo di giocare sarebbe diventato un giocatore fantastico. Che è poi quello che abbiamo visto negli ultimi 15 anni“.

Da quel momento, sette vittorie su sette incontri per Roger. André lo esalta: “Quando smetterà di giocare, sarà un giorno triste per il tennis perché Federer ha lasciato un segno nel nostro sport e lo ha cambiato in meglio. Ma al tempo stesso sarà anche un momento splendido per lui, perché merita di provare quella libertà che durante la sua carriera non ha mai avuto, anche se non mi sembra che abbia poi tutta questa fretta di mollare”.


Nessun Commento per “AGASSI: "PENSAVO FEDERER FOSSE PEGGIO DI SAMPRAS"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.