AGONIA FINITA, TIPSAREVIC STA PER TORNARE

Dopo uno stop di 13 mesi per un complicatissimo problema al piede, l’ex top ten è tornato finalmente ad allenarsi a pieno ritmo e a gennaio dovrebbe tornare finalmente a giocare. Il serbo si è detto pronto e smanioso di tornare in campo dopo il periodo infernale vissuto

Il mondo del tennis, dopo 13 mesi, si prepara a riaccogliere tra le sue braccia l’ex top ten Janko Tipsarevic. Il serbo, vincitore della Coppa Davis nel 2010 e grande sorpresa delle stagioni 2011 e 2012, si prepara a tornare in campo, dopo un lungo infortunio al piede, che di fatto lo ha fatto sparire dai radar del tennis professionistico.

L’ultima apparizione di Tipsarevic risale infatti al 21 ottobre 2013, quando si ritirò al primo turno del torneo di Valencia. Attualmente il serbo non ha nemmeno una classifica, visto che non ha mai giocato quest’anno. Da quell’ultima partita, è iniziato un lungo calvario, per un problema al piede che i medici hanno fatto grandissima fatica a classificare: “Inizialmente sembrava un problema alla fascia plantare”, ha raccontato Tipsarevic alla stampa serba. “Mi sono sottoposto a svariati trattamenti, dalle radiazioni per uccidere i globuli bianchi, fino ad un mix di iniezioni al piede. Ho consultato i migliori medici del mondo, che hanno fatto numerose diagnosi e tentato molti trattamenti, ma nessuno di questi ha condotto ai risultati sperati”.

Successivamente, si è arrivati finalmente a capire che il tennista serbo era stato colpito da un tumore, fortunatamente benigno, nella zona plantare. Da quel momento sono iniziate le giuste cure ed il lento recupero, non privo di complicazioni: “Ho vissuto un’autentica agonia. Mi sono dovuto sottoporre ad una terapia molto aggressiva, finchè finalmente non è stato scoperto il tumore, fortunatamente benigno. A giugno sono stato operato in Germania. Sono riuscito a recuperare in fretta dall’intervento, ma sfortunatamente sono emersi nuovi tumori in altre parti del corpo e sono finito ancora una volta sotto i ferri”. E qui è arrivata la parte più complicata dell’intero percorso: “Dopo la seconda operazione non ero in grado di camminare senza stampelle. Da maggio a novembre non ho potuto fare affidamento sulle mie gambe, nemmeno per una semplice passeggiata. La data del mio ritorno in campo è diventata sempre più incerta e questo per un atleta professionista è la cosa peggiore che possa capitare. Tuttavia ho cercato di non cadere in depressione e penso di essere cresciuto sia come persona che come sportivo”.

Poi finalmente la luce in fondo al tunnel, il ritorno agli allenamenti e la prospettiva, ormai piuttosto prossima, di tornare a giocare a tennis, in un torneo ufficiale. “Ora le cose vanno molto meglio. Sono tornato ad allenarmi in maniera leggera. In Serbia ho ricominciato ad allenare la mobilità e a praticare un po’ di fitness. Ho ripreso in mano la racchetta, ma per il momento non posso forzare. Adesso mi trovo in Germania e sto allenandomi insieme alla mia squadra, oltre ad ultimare le terapie. Non mi sento ancora di parlare specificatamente di tornei, ma spero che di tornare a competere già a gennaio. Non vedo l’ora di tornare in campo e di iniziare la vera preparazione per la prossima stagione agonistica”. E noi non vediamo l’ora di rivedere questo ragazzo straordinario, tennista fuori daglie schemi, grande appassionato di letteratura, al quale il destino ha riservato un ostacolo difficilissimo da superare, che nonostante tutto non si è fermato, ma anzi ha continuato a correre la sua personale maratona con rinnovato vigore.

 


Nessun Commento per “AGONIA FINITA, TIPSAREVIC STA PER TORNARE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ALEKSANDRA KRUNIC OPERATA PER UN TUMORE BENIGNO Un'operazione chirurgica alla ghiandola tiroidea, alla quale seguiranno tre settimane di stop. Aleksandra Krunic incoraggia le ragazze di Fed Cup
  • WTA, DOPPIETTA TEDESCA TRA MOSCA E LUSSEMBURGO I due titoli della settimana vanno a Julia Goerges e Carina Witthoeft, la WTA parla tedesco nei tornei europei. Il resoconto delle finali
  • WTA, EXPLOIT TEDESCO IN LUSSEMBURGO Annika Beck e Mona Barthel sono le prime due semifinaliste del torneo e attendono di conoscere le rispettive avversarie. A Mosca tocca alla Cibulkova, domani al via i quarti della Kremlin Cup
  • L’ITALIA ANDRÀ IN KAZAKISTAN Coppa Davis: la nazionale capitanata da Barazzutti è stata abbinata al Kazakhstan negli ottavi di finale del World Group della Coppa Davis 2015. Il sorteggio regala il fattore campo ai kazaki.
  • DERBY E INCROCI PERICOLOSI, E’ LA DAVIS 2015 Da Serbia-Croazia a Germania-Francia. Da Gran Bretagna-Stati Uniti ad Argentina-Brasile passando per l'eventuale Cina-Taipei. Quante sfide dal gusto particolare nella Coppa del prossimo anno!
  • DAVIS CUP, LE CONVOCAZIONI DEL WORLD GROUP Dopo le convocazioni di Argentina-Italia, ecco i protagonisti delle altre sette sfide del World Group. Serbia senza Djokovic, Svizzera senza Federer, Spagna senza Nadal e Ferrer.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.