AL TEVERE REMO VINCE LISA SABINO

L'italo-svizzera festeggia il suo secondo successo ITF conquistando la 12.ma edizione del Trofeo Reale Mutua ospitato dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo

Roma  –  Il Circolo Canottieri Tevere Remo archivia con successo la 12.ma edizione del “Trofeo Reale Mutua”, il prestigioso torneo internazionale femminile da 10.000 dollari che da anni costituisce un ottima vetrina per le nostre giocatrici in cerca di visibilità. 

Nel main-draw della rassegna capitolina erano presenti molte delle protagoniste delle ultimi campionati di Serie A1, da Alice Matteucci, punto di forza del TC Cagliari, a Lucrezia Stefanini, prodotto del vivaio del TC Prato vice-campione d’ Italia, fino alle parioline Beatrice Lombardo e Marina Shamayko e alla scudettata Alice Balducci del TC Genova 1893.

Al termine della settimana di gare ha trionfato Lisa Sabino, svizzera di nascita ma italiana di adozione,  anche lei con trascorsi nel massimo campionato nazionale a squadre quando era tesserata per Le Pleiadi di Montecalieri. La Sabino ha faticato in apertura di torneo contro l’austriaca Janina Toljan sulla quale ha avuto la meglio soltanto in tre set dopo due ore di gioco. Quindi ha sconfitto agevolmente Beatrice Lombardo e Lucrezia Stefanini prima di dar vita a una combattuta semifinale con la diciottenne Bianca Turati, costretta al ritiro nel secondo set dopo aver perso il primo 6/4.  La piemontese neo-allieva alla scuola di Bordighera con il team di Riccardo Piatti e Massimo Sartori ha messo in mostra a Roma un ottimo tennis e, senza il fastidio muscolare che l‘ha fermata contro la Sabino, avrebbe anche potuto arrivare fino in fondo. Nell’altra parte del tabellone ottimo il cammino della pariolina Martina Di Giuseppe e di Anna Giulia Remondina, protagonista della sua miglior prestazione in questo 2015.  Le due si sono incrociate nell’altra semifinale regalando agli oltre mille presenti un match combattuto punto su punto con la Remondina vittoriosa 4/6 6/4 7/5 dopo due ore e mezzo di gioco. Nel match decisivo la ventiseienne veronese è partita forte vincendo il primo set 6/1 pagando poi la fatica nei successivi due parziali quando la  Sabino ha recuperato chiudendo con un doppio 6/3.

 Deludente invece il torneo delle prime due favorite del seeding, Alice Matteucci e Marina Shamayko. La pescarese si è arresa agli ottavi di finale contro la ceka Karolina Muchova mentre l’italo-russa ha confermato il suo prolungato periodo di cattiva forma perdendo in due set contro Lucrezia Stefanini.

Nel tabellone di doppio successo per la coppia Di Giuseppe-Remondina che, dopo la sfida nel singolare, si sono ritrovate in coppia vincendo in finale sul duo Carbonaro-Spazzacampagna.

Il torneo è stato giudicato positivamente dai tecnici federali, superando a pieni voti a tutte le valutazioni dei supervisor ITF, per la soddisfazione del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo che da dodici anni ospita l’evento. L’ultracentenario Sodalizio capitolino conta il prossimo anno di ricevere dalla Fit il contributo economico destinato a premiare i Circoli impegnati nelle manifestazioni internazionali a favore delle giovani tenniste italiane. In questa maniera il Trofeo Reale Mutua potrà tornare ad avere un montepremi da 25.000 dollari come in passato.

Nella foto, la vincitrice Lisa Sabino con Luca Signorelli della Reale Mutua Agenzia di Roma Giulio Cesare


Nessun Commento per “AL TEVERE REMO VINCE LISA SABINO”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Agosto 2018

  • 50 anni di Flushing Meadows. E di cemento, perché col nuovo stadio gli US Open abbandonarono l'erba di Forest Hills. Chi si aggiudicherà questa importante edizione? Novak Djokovic metterà a segno l'accoppiata Wimbledon-New York? Serena Williams riuscirà a riprendersi lo Slam di casa?
  • Camila leader azzurra. Pace è fatta con la Fit e ora, dopo gli ottimi risultati da solista, la Giorgi è attesa in Fed Cup col compito di rafforzare una squadra completamente rinnovata.
  • Fenomeno Anderson. Il sudafricano sta dando il meglio di sé in questa stagione, a 32 anni e dopo aver subìto una sfilza di infortuni che avrebbe mandato in pensione anche il tennista più zelante. Scoprite come ha fatto a risorgere...