ERBA AMARA PER LA BRIANTI

Finisce subito l'avventura di Alberta Brianti sui prati del WTA di Birmingham. Nell’ultimo match di giornata l’azzurra si arrende 6-4 7-5 a Virginie Razzano. A Bad Gastein subito fuori Julia Goerges, battuta a sorpresa dall'emergente olandese Richel Hogenkamp
martedì, 12 Giugno 2012

Birmingham (Inghilterra) – Parte ufficialmente in questa settimana la breve ma intensa stagione sull’erba, che come di consueto avrà il suo culmine a Wimbledon. Quest’anno però, a differenza del passato, la splendida cornice londinese incrocerà il suo fascino con la magia delle Olimpiadi, regalando al tennis mondiale un altro torneo dal fascino eccezionale. Proprio l’Inghilterra ospita il primo evento sull’erba, a Birmingham, sede del WTA da 220 mila dollari di montepremi. Poche le big presenti, disperse in un tabellone a 56 giocatrici e 8 bye al 1° turno, tra cui Francesca Schiavone n.1 e Roberta Vinci n.4. La terza e ultima italiana impegnata era Alberta Brianti, caduta in tarda serata al 1° turno contro la francese Virginie Razzano, n.90 del mondo. Match con qualche recriminazione per l’azzurra, che si guadagna occasioni in entrambi i parziali, prima di arrendersi per 6-4 7-5. Fuori Sorana Cirstea e Iveta Benesova, rispettivamente teste di serie n.10 e n.11. In contemporanea si gioca anche sulla terra austriaca di Bad Gastein, dove cade subito la n.1 Julia Goerges.

Alberta non concretizza. L’ultimo match sul campo 2 non regala nulla di buono ad Alberta Brianti, che colleziona la quinta sconfitta consecutiva al 1° turno. La parmense, n.109 del mondo, finisce per arrendersi contro la francese Virginei Razzano, n.90 e alla seconda sfida diretta contro l’azzurra. Il break al 3° gioco segna le sorti del primo set, in cui l’azzurra raccoglie troppo poco con la prima palla di servizio. La 29enne  transalpina non concede invece nulla nei propri turni di battuta, garantendosi una buona dose di punti nei colpi a rimbalzo. Alberta comunque ci crede, resta a galla fino al 4-5, e nel decimo game conquista due palle break sul 15-40. Il 5-5 purtroppo non si concretizza, e la Razzano incassa il primo set per 6-4. Nel secondo l’azzurra parte al meglio, sbaglia poco e riesce ad imporre il suo ritmo, salendo fino al 4-1. La francese ci mette però poco a rimettersi in carreggiata, e con il controbreak al 7° gioco impatta il set prima sul 4-4  e poi sul 5-5. Qui è l’azzurra a commettere un passo falso, lasciandosi superare e sconfiggere per 7-5.

Azzurre in attesa. Come detto sono davvero pochi i nomi di richiamo presenti a Birmingham, ecco perché le nostre due azzurre, Schiavone e Vinci, potrebbero davvero far bene nei prossimi giorni. In attesa del loro ingresso nel torneo, ecco tutti i risultati di questa prima giornata:

(9) Marina Erakovic (NZL) d. Ayumi Morita (JPN) 50 ret.
(Q) Melanie Oudin (USA) d. (10) Sorana Cirstea (ROU) 36 63 62
(WC) Tara Moore (GBR) d. (11) Iveta Benesova (CZE) 61 62
Anne Keothavong (GBR) d. (12) Tamira Paszek (AUT) 62 75
Stéphanie Foretz Gacon (FRA) d. (16) Eleni Daniilidou (GRE) 64 62
Urszula Radwanska (POL) d. (WC) Samantha Murray (GBR) 64 64
Elena Vesnina (RUS) d. Olivia Rogowska (AUS) 63 62
Irina Falconi (USA) d. Alexandra Cadantu (ROU) 62 60
Virginie Razzano (FRA) d. Alberta Brianti (ITA) 64 75
Andrea Hlavackova (CZE) d. Michaella Krajicek (NED) 62 67(6) 40 ret.
Melinda Czink (HUN) d. Anna Tatishvili (GEO) 76(5) 36 63
Casey Dellacqua (AUS) d. Garbiñe Muguruza Blanco (ESP) 62 36 62
Heather Watson (GBR) d. Paula Ormaechea (ARG) 64 36 63
Laura Robson (GBR) d. (Q) Grace Min (USA) 64 61
Misaki Doi (JPN) d. (Q) Noppawan Lertcheewakarn (THA) 64 36 63
Anastasia Rodionova (AUS) d. (Q) Abigail Spears (USA) 76(3) 16 61
(Q) Zheng Jie (CHN) d. (LL) Alla Kudryavtseva (RUS) 64 46 63
(Q) Michelle Larcher de Brito (POR) d. Bojana Jovanovski (SRB) 36 75 64
(LL) Sesil Karatantcheva (KAZ) d. Tamarine Tanasugarn (THA) 64 62
(WC) Melanie South (GBR) d. Mirjana Lucic (CRO) 61 46 63

 

Bad Gastein: Per le nostalgiche del rosso si gioca anche sulla terra austriaca di Bad Gastein, evento da 220mila dollari di montepremi. La sorpresa maggiore é arrivata subito al primo turno, dove – malgrado 15 ace – la grande favorita del tabellone Julia Goerges ha ceduto in tre set (3-6 6-3 6-3) alla qualificata olandese Richel Hogenkamp, ventenne numero 221 del mondo ma in costante ascesa e dal futuro assocurato.

Ecco nel dettaglio tutti i risultati di giornata:

(Q) Richel Hogenkamp (NED) d. (1) Julia Goerges (GER) 36 63 63
(2/WC) Yanina Wickmayer (BEL) d. Mariana Duque-Mariño (COL) 63 64
(4) Carla Suárez Navarro (ESP) d. Marta Domachowska (POL) 64 75
(7) Alizé Cornet (FRA) d. Edina Gallovits-Hall (ROU) 75 75
Mandy Minella (LUX) d. Ajla Tomljanovic (CRO) 63 64
Estrella Cabeza Candela (ESP) d. Laura Pous-Tio (ESP) 36 63 63
Sarah Gronert (GER) d. Eva Birnerova (CZE) 62 60
Sacha Jones (AUS) d. Yuliya Beygelzimer (UKR) 46 63 61



Nessun Commento per “ERBA AMARA PER LA BRIANTI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DISCO ROSSO PER LA SCHIAVONE. VINCI OK Brutto Ko di Francesca Schiavone nel 1° turno del WTA di Birmingham. La milanese cede 7-5 6-4 alla giapponese Misaki Doi. Passa agli ottavi invece Roberta Vinci, che dopo un buon primo set […]
  • ALBERTA E JULIA BEST RANKING Le vittorie a Fes e Stoccarda hanno regalato a Brianti e Goerges i migliori piazzamenti in classifica. Fra le top ten Stosur scavalca Li. Schiavone sempre al 4° posto, invariati i ranking […]
  • LA VINCI APPRODA AI QUARTI Roberta Vinci raggiunge i quarti di finale del WTA di Birmingham, superando dopo un match non facilissimo l'inglese Heather Watson per 6-3 4-6 6-1. Passa il turno anche Jie Zheng, sua […]
  • SCHIAVONE, SEMAFORO VERDE Francesca può riscattare a Birmingham la delusione del Roland Garros. In Inghilterra anche Vinci e Brianti. A Bad Gastein appendice su terra rossa
  • BELLE E BRAVE Maria Kirilenko e Julia Goerges continuano la loro avventura in Asia, rispettivamete nei WTA di Guangzhou e Seoul.
  • DISCO ROSSO PER LA BRIANTI Ancora una sconfitta al primo tunro per Alberta Brianti, che nel WTA di Strasburgo cede 6-4 0-6 6-4 alla più quotata Tamira Paszek. Subito ko anche la n.1 Sabine Lisicki

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.