ALEXANDER ZVEREV: “NO ALLA DAVIS”. HANS-JURGEN POHMANN: “NON HA RISPETTO”.

Il giovane tedesco ha rinunciato alla convocazione per giocare un torneo Atp 250 scatenando le ire della federazione tedesca e del presidente: “Tutta colpa del suo staff. Decidono di giocare un torneo da 250mila dollari quando potrebbero farlo in tutte le settimane dell’anno”.
giovedì, 8 Settembre 2016

Tennis – Il rapporto tra Alexander Zverev e la federtennis di tedesca è ai minimi storici. Il tennista nato ad Amburgo ha deciso di rifiutare la convocazione il turno di Coppa Davis, che vedrà la sua Germania affrontare la Polonia per la permanenza nel World Group, per giocare l’Atp 250 di San Pietroburgo. Un secondo grande rifiuto per il giovane Sacha, che poche settimane fa si era preso anche la briga di rinunciare al torneo olimpico di Rio de Janeiro.

Una decisione che ha inevitabilmente scatenato le ire del presidente federale Hans-Jürgen Pohmann che con queste parole ha manifestato il suo malcontento al Tages Spiegel: “Non mi sorprende la sua decisione. Me l’aspettavo dopo quanto sentito negli scorsi giorni”. Nei giorni passati, il capitano non giocatore Michael Kolhmann aveva cercato di far cambiare idea ad Alexander Zverev volando fino a New York per fare opera di convincimento. Ma, evidentemente, i suoi tentativi sono stati vani. Almeno stando alle parole del presidente federale.

Che poi rincara la dose e si lascia andare a una critica sferzante nei confronti di una delle promesse più concrete del tennis teutonico e soprattutto nei confronti del suo staff: “La mia critica è rivolta alla gestione di Zverev. Non hanno rispetto per questo sport – sentenzia Hans-Jürgen Pohmann – decidono di andare a giocare un torneo da 250mila dollari a San Pietroburgo, quando è possibile farlo in tutte le settimane dell’anno, rinunciando a farlo giocare per il suo paese”. Un paese che negli ultimi anni sta investendo molto sui giovani e ne sta sostenendo la crescita: “Abbiamo fatto molti sacrifici per i giovani negli ultimi anni, contribuendo notevolmente alla loro formazione e aiutandoli a sostenere le spese di viaggio per andare a giocare i tornei” commenta amaro il boss della federazione tedesca. Inevitabile, poi, il paragone con i tennisti tedeschi più forti della storia: “Posso solo ricordare la generazione di Graf e Becker. Per loro rappresentare la Germania nel mondo era la cosa più importante”.

Le speranze della Germania sono tutte riposte ora in Philipp Kohlschreiber, che sta cercando di recuperare dal problema al piede: “La sua assenza indebolisce la squadra – scandisce Pohmann – speriamo possa rientrare in tempo. C’è ancora qualche speranza. Il test di Monaco, previsto per lunedì, sarà decisivo”.

Foto: Alexander Zverev, classe 1997 (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ALEXANDER ZVEREV: “NO ALLA DAVIS”. HANS-JURGEN POHMANN: “NON HA RISPETTO”.”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.