ALLEZ JO: A TSONGA IL DERBY

Il numero 6 del mondo si è aggiudicato la finale del torneo di Doha sconfiggendo Gael Monfils con il punteggio di 7-5 6-3. A Brisbane finale Murray-Simon. In India sfida per il titolo Tipsarevic-Raonic
sabato, 7 Gennaio 2012

Nell’atto conclusivo dell’edizione numero venti del torneo degli Emirati Arabi, trionfo finale di Jo-Wilfried Tsonga che ha sconfitto in due set 7-5 6-3 il suo connazionale ed amico Gael Monfils. Non la finale che gli organizzatori si aspettavano, ma è stata comunque una finale divertente, equilibrata e ben giocata da entrambi i contendenti.

Primo set a due facce, che sembrava poter essere deciso dal break operato in avvio di partita dal più giovane dei due francesi in campo. Uno Tsonga troppo frettoloso, regalava da 40/15 il turno di servizio inaugurale del match. Dopo una pausa di circa 40 minuti, dovuta all’eccessiva umidità presente sul terreno di gioco, al rientro, Monfils conservava senza troppe difficoltà il vantaggio, supportato da un servizio anche oggi in gran spolvero e da uno Tsonga meno offensivo del solito che non gli causava grosse difficoltà in risposta.
Chiamato a servire per chiudere il primo set, tuttavia, arrivava la svolta del match: due errori gratuiti di rovescio consegnavano fiducia a Tsonga che tornava finalmente a spingere sull’acceleratore piazzando il contro break che lo rimetteva in partita. Il francese di Le Mans dapprima operava il sorpasso sul 6-5, poi toglieva nuovamente (a zero) il servizio a Monfils, conquistando il primo set 7-5 a seguito di un parziale di 16 punti a 3.

Momento positivo che proseguiva, per Jo Tsonga, anche nel secondo set, ormai padrone del campo con un Monfils visibilmente nervoso per l’occasione sfumata: il break decisivo arriverà nel corso del sesto gioco. Tsonga chiuderà la contesa con il punteggio di 6-3 dopo 1 ora e 55 minuti di partita.

Per il più grande dei due francesi, si tratta del successo numero 8 in carriera, il terzo sul cemento all’aperto. La prossima settimana Tsonga riposerà in vista degli Australian Open.

Nella notte, si è giocato a Brisbane (434,250 dollari di montepremi) dove si è guadagnato l’accesso alla finale il numero 4 del mondo Andy Murray che ha superato in due set l’australiano Bernard Tomic (6-3 6-2). Sotto la guida del nuovo coach Ivan Lendl, il campione scozzese ha giocato un match perfetto, servendo molto bene (ben 13 aces) e muovendo con facilità il gioco da fondo campo: “Ho servito molto bene oggi – afferma Murray – e questo è molto importante contro Bernard. Lui ha iniziato forte, ma sono riuscito ad entrare in molti scambi prolungati e sono riuscito a conquistarli. Anche oggi – ribadisce Andy – mi sono mosso molto bene, ciò è una parte fondamentale del mio tennis.”
In precedenza, Alexandr Dolgopolov aveva estromesso dal torneo la testa di serie numero 2 del tabellone, il francese Gilles Simon con il punteggio di 6-3 6-4 in 82 minuti. L’ucraino disputerà questa notte la terza finale in carriera (la prima su questa superficie). Per Murray invece sarà la 31 esima volta nell’atto conclusivo di un torneo. 2-0 i precedenti in favore dello scozzese, l’ultimo, il più significativo, lo scorso anno agli Australian Open, nei quarti di finale, quando lo scozzese si impose in quattro set.

In India, a Chennai (398,250 dollari di montepremi) rispettati i pronostici della vigilia con le vittorie di Janko Tipsarevic sul sorprendente giapponese Go Soeda (6-1 6-4) e di Milos Raonic, che ha estromesso la testa di serie numero due del tabellone Nicolas Almagro con un break per set, 6-4 6-4 lo score finale.


Nessun Commento per “ALLEZ JO: A TSONGA IL DERBY”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ATP WORLD TOUR FINALS, RAONIC SFIDA NOLE NEL GRUPPO MCENROE Terza giornata delle finali ATP di Londra. Dopo la vittoria contro Thiem, Djokovic affronta l'ostacolo rappresentato dal canadese Raonic.
  • RAONIC RADDOPPIA A CHENNAI Nel torneo indiano il gigante canadese coglie il suo secondo titolo in carriera. Battuto in finale Janko Tipsarevic per 6-7 7-6 7-6. A Brisbane successo finale di Andy Murray su Alexandr […]
  • IL TENNIS DOPO I “FAB FOUR” La cosiddetta “Golden Era” del tennis non durerà certo per l’eternità. Proviamo a fare qualche congettura su ciò che potrà accadere dopo l’uscita di scena dei “Fab Four”.
  • AUSTRALIAN OPEN, IL TABELLONE MASCHILE Ecco il main draw appena sorteggiato a Melbourne. Il campione in carica Novak Djokovic incrocerà in semifinale David Ferrer, mentre Roger Federer è dall'altro lato del tabellone. Per lui […]
  • FEDERER LA SPUNTA SU RAONIC L’esperienza dello svizzero ha la meglio sulla freschezza del canadese. Ad Indian Wells Roger si impone in tre set (6-7 6-2 6-4) su Milos Raonic allungando a 11 la sua striscia di […]
  • DOLGOPOLOV, BATTAGLIA VINCENTE Splendido successo dell'estroso ucraino, che supera Tsonga 7-5 3-6 7-6 dopo una durissima lotta e vola nei quarti a Madrid. Straripante prova di forza di Berdych, che asfalta Monfils 6-1 […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.