ANDY MURRAY GIURA FEDELTÁ ALLA REGINA

Il numero 1 del mondo giocherà il torneo del Queen’s fino al termine della sua carriera: “Aver vinto per cinque volte questo torneo significa molto per me”. E anche la Bbc rinnova il contratto per i diritti di trasmissione dell’evento fino al 2024.

Tennis – Non è dato sapere fino a quando Andy Murray giocherà a tennis. Quello che è certo è che il numero 1 del mondo ha legato in maniera indissolubile la sua carriera al torneo del Queen’s. Il tennista scozzese, nel 2016, ha vinto il torneo della Regina per la quinta volta in carriera, presentandosi poi sui campi dell’All England Club e alzando al cielo il suo secondo Wimbledon, prima di chiudere la stagione da numero 1 del mondo. Un primo, importante riconoscimento per il tennista allenato da Ivan Lendl, che ha assaporato per la prima volta in carriera cosa si provi a guardare tutti dall’alto in basso. Nel mese di dicembre, Bbc Sports lo ha eletto miglior personalità dell’anno e, nello stesso periodo, il bicampione olimpico (Londra 2012 e Rio 2016) ha ricevuto – e accettato nonostante qualche riserva – anche il titolo di cavaliere.

Un’annata da ricordare per il numero 1 del ranking Atp, pronto a vivere una stagione 2017 da protagonista e pronto a giocare sul verde Queen’s ancora per molte stagioni: “Ho sempre amato giocare questo torneo e sono contento di poter dire che giocherò qui fino alla fine della mia carriera”. C’è un legame particolare tra il vincitore di tre tornei del Grande Slam e il torneo londinese: “La mia prima vittoria in Atp l’ho ottenuta proprio su questi campi nel 2005 – prosegue Murray – e tentare di farlo diventare il torneo in cui ho raccolto il maggior numero di successi è una grande sensazione. Ci sono grandi giocatori che hanno vinto il torneo in quattro occasioni. E aver vinto cinque volte significa molto per me” ha concluso lo scozzese in alcune dichiarazioni concesse al Guardian.

Inoltre, assieme ad Andy Murray, anche la Bbc ha deciso di legarsi all’Aegon Championship per un lungo periodo. La gloriosa tv britannica ha rinnovato il contratto per trasmettere le partite del torneo fino al 2024, confermando un impegno che dura sin dal 1979. L’edizione 2016 ha fatto registrare un record di telespettatori e la sola finale giocata tra Andy Murray e Milos Raonic è stata vista da ben 3,7 milioni di persone.

L’edizione 2017 del torneo sarà ancora migliore. È questo quello che si sostiene negli uffici del Queen’s Club di Londra. L’organizzazione ha portato a termine numerosi investimenti, aumentando del 30% la capacità di pubblico del Centre Court e portandola da quasi 7mila posti a 9mila. “Sapere che Andy giocherà al Queen’s per il resto della sua carriera e che la Bbc coprirà l’evento con la sua grande competenza è una spinta enorme. Il 2017 sarà un anno di grandi sfide per il nostro torneo e l’incremento della capacità del campo centrale è un primo passo verso il successo” conclude orgoglioso Stephen Farrow, il direttore del torneo.

Foto: Andy Murray si allena in vista degli Australian Open (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ANDY MURRAY GIURA FEDELTÁ ALLA REGINA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.