ANDY MURRAY, RIENTRO ACCELERATO?

L'obiettivo è tornare per il Queen's, ma per farlo Andy Murray dovrà scendere in campo nel giro di un mese. Riuscirà a ricominciare così in fretta?
sabato, 3 Marzo 2018

TENNIS – Certezze non ce ne sono, programmi effettivamente nemmeno. Andy Murray riduce tutta la prima parte dell’anno ad una mera corsa contro il tempo, attraverso cui spera di rientrare sui campi del circuito ATP in concomitanza con l’inizio della stagione sull’erba. L’infortunio si fa ancora sentire, nonostante il peggio sia passato, ma adesso viene la parte più difficile: organizzare i tempi di rientro.

L’obiettivo del tennista scozzese è quello di tornare in campo nel giro di un mese per cominciare un periodo di pratica, in modo da riabituare, se non addirittura riabilitare, il fisico al ritmo partita. In questo modo, stando ai piani di recupero che si è prefissato senza sottoporsi ad ulteriori pressioni, dovrebbe tornare ufficialmente in un torneo durante la stagione sull’erba. Quello cerchiato in rosso è il Queen’s, a Londra, che parte il 18 giugno e lo preparerebbe a Wimbledon, con il suo auspicio di non renderlo una mera comparsa sull’erba di casa.

È ancora tutto in forse, però, perchè Murray ha espressamente detto di non voler accelerare i tempi e non forzare schiena e anca. L’intervento chirurgico al quale si è sottoposto a gennaio a Melbourne, dopo aver riflettuto a lungo sulla possibilità di andare sotto i ferri o meno, l’ha portato ad un periodo di scoramento dovuto alla mancata partecipazione a Brisbane. Superato questo momento, il tennista britannico ha messo in conto l’eventualità di non poter disporre di tempistiche precise per il suo rientro, prendendo per buono qualsiasi segnale di recupero nel corso dei mesi successivi.

Dopo il brusco stop della scorsa stagione, Murray ha provato a più riprese a riaffacciarsi sul circuito ATP e disputare un torneo per testare la sua condizione fisica. Tentativo fallito a Brisbane, certo, ma anche a Miami tra un paio di settimane. Il motto del 2018 è “evitare di forzare”: non è facile resistere, quando il ranking comincia a farsi meno favorevole, ma è necessario per non incappare in un altro stop.


Nessun Commento per “ANDY MURRAY, RIENTRO ACCELERATO?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.