ANDY MURRAY: “SONO DIVENTATO TERRAIOLO!”

Lo scozzese è al settimo cielo per il suo exploit agli internazionali d'Italia: "Me l'avevano sempre detto i miei vari coach che avrei dovuto giocare di più sulla terra battuta. Avevano ragione!".
domenica, 15 Maggio 2016

JTennis – C’è mamma Judy Murray che dagli spalti non la smette di scattare foto col telefonino per immortalare questo felice compleanno del suo Andy. Il campione scozzese per le sue 29 primavere si è infatti regalato il prestigioso titolo degli Internazionali d’Italia, il primo successo romano per lui.

Arriva la coppa, arriva l’assegno e anche la torta – piuttosto miserrima a dir la verità – e senza la dovuta attrezzatura per tagliarla, nessuna candelina e, soprattutto, nessuna bottiglia di champagne da stappare. Meno male che nell’entusiasmo del momento Murray non se ne sarà nemmeno accorto!

Tutto è andato liscio nella settimana del fuoriclasse di Dunblane, che non ha incontrato nessun top-player non lasciando per strada nemmeno un set. Addirittura, ieri aveva dovuto allenarsi una mezz’oretta dopo il penultimo round vinto rapidamente contro Lucas Pouille. Troppo poco tennis giocato per affrontare al meglio una finale… Ma alla fine l’exploit è arrivato.

L’ultimo successo di un britannico agli Internazionali risale al lontano 1931. Ti fa effetto?
E’ una cosa affascinante, ma per me contano di più i nomi incisi su questo trofeo, e sembra proprio che ci siano pochissimi outsider e tutti grandi campioni. Sono onorato e felice per il mio successo, anche se Djokovic oggi non era al meglio ci sono stati dei momenti molto intensi nel match. Soltanto un anno fa non avrei mai pensato di poter mettere a segno questo exploit. E’ stata una settimana magnifica e ho anche scoperto di saper vincere il giorno del mio compleanno (finora aveva sempre perso – ndr).

Hai servito molto bene. E’ stato questo il segreto del tuo successo qui?
Penso di sì.  Anche a Madrid il mio servizio ha funzionato bene e indubbiamente mi ha aiutato molto. Battere il n.1 del mondo sulla terra rossa è una cosa nuova per me, quindi sono felicissimo.

Può essere che la superficie lenta sia addirittura diventata la tua preferita?
Ad essere onesto adesso mi sento un tennista “all courts”, però è vero che i miei migliori risultati dell’ultimo periodo li ho registrati sul rosso. Me l’avevano sempre detto i miei vari coach che era sulla terra che dovevo concentrarmi, e avevano ragione. Ci è voluto molto sforzo per cambiare mentalità e programma, e ho dovuto migliorare anche lo stato della mia schiena, che rispetto a un paio di anni fa sta molto meglio. Ringrazio tutto il mio staff per questo, e arrivo al Roland Garros in piena fiducia. Certo, lì si gioca al meglio dei 5 set, ciò che comporterà un maggior sforzo sia mentale che fisico, ma mi sento pronto a cogliere le mie chances.

Da quando sei diventato padre non avevi più vinto niente, eri preoccupato per questo?
Ma avevo giocato soltanto quattro tornei, non ho avuto il tempo di preoccuparmi! E’ ovvio che è una sensazione piacevole trionfare anche per Sophia, e spero che tra un po’ di tempo lei possa essere fiera di me. Certo, questo mi dà una extra-motivazione, e spero che mi aiuti a diventare sempre più vincente.

Anday Murray intervista finale Roma 2016 - 600

Andy Murray ha tutta la famiglia a seguito a Roma e così potrà festeggiare degnamente sia il suo compleanno che il suo trionfo


Nessun Commento per “ANDY MURRAY: "SONO DIVENTATO TERRAIOLO!"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SERENA WILLIAMS: ”SONO FELICE, MA NON FESTEGGIO!” L'americana si è dichiarata troppo stanca per festeggiare il suo quarto titolo degli Internazionali d'Italia, forse fuori dal campo comincia ad accusare i suoi 35 anni!
  • DJOKOVIC: “OGGI L’ARBITRO MI HA FATTO ARRABBIARE!” "Ero nervoso perché volevo vincere a tutti i costi - ha detto Nole Djokovic - e l'arbitro prima mi rifila un warning e poi ci fa giocare col campo fangoso, a rischio di farci infortunare!"
  • QUI FORO: NADAL GIOCA, DJOKOVIC FA SUL SERIO Mentre Rafa si intrattiene con i piccoli tennisti, Novak stende Tomic. Murray soffia sulle candeline e Potito Starace perde e saluta i Top 100. La giornata nelle foto scattate da Felice Calabrò
  • QUI FORO: IL SOGNO CONTINUA Tra racchette rotte e folate di vento sahariano, il grande tennis risponde presente. Tutti impazziscono per Pennetta e Seppi, mentre Djokovic lo fa per Juan monaco. Le foto di Felice Calabrò
  • E PIOVE PIOVE SUL FORO ITALICO Tanta pioggia sugli Internazionali Bnl d'Italia, slitta il programma. La situazione al momento, le semifinali previste. ARTICOLO AGGIORNATO ALLE ORE 14 CON IL NUOVO ORDINE DI GIOCO
  • MURRAY DIFENDE IL FORO ITALICO Andy vince facile e in conferenza stampa spezza una lancia in favore degli Internazionali, che seppure si giocano in un sito troppo piccolo fanno il pienone di spettatori fin dalle prime giornate

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.