IL BASSISTA DI DUNBLANE

Del gruppo dei Top-4, Andy Murray è senza dubbio quello che si fa notare meno. L'acuto nei tornei Major non arriva, eppure il suo rendimento nelle ultime stagioni è stato altissimo, come dimostrano le statistiche che vi proponiamo
martedì, 10 Luglio 2012

Ci sono casi in cui un alto rendimento mantenuto per un lungo periodo di tempo non permette a un tennista di raggiungere gli obiettivi più importanti. Andy Murray è ormai da diversi anni uno dei migliori giocatori al mondo. Eppure non ha ancora vinto il suo primo titolo Major della carriera, nonostante abbia giocato quattro finali. Lo scozzese è ritenuto da molti un incompiuto, un atleta incapace di gestire la pressione negli appuntamenti principali. Forse è semplicemente un gradino sotto agli altri tre fenomeni del tennis degli ultimi anni: Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Tuttavia Andy è sempre lì, a un passo dal traguardo, con una grandissima regolarità, e una capacità di “improvvisarsi fenomeno” incredibile. Perché lo scozzese, quando gioca bene, diventa praticamente incontenibile. Rafa Nadal lo ha provato sulla propria pelle nella finale del torneo di Tokio del 2011, quando nel terzo parziale fu dominato dal britannico, che gli lasciò appena quattro punti.

L’ottimo rendimento di Murray nelle ultime stagioni è confermato da diverse graduatorie statistiche che lo vedono posizionarsi davanti a tutti. Dopo aver raccolto i dati, ve li proponiamo.

Almeno due Masters 1000 (2008-2011). Andy è l’unico giocatore al mondo ad aver vinto almeno due tornei di categoria Masters 1000 nel periodo temporale che va dal 2008 al 2011. Nel 2011 Djokovic è arrivato addirittura a quota cinque successi, ma nessuno ha avuto la regolarità dello scozzese nelle quattro stagioni prese in considerazione.

Andy Murray
2008: Cincinnati, Madrid
2009: Miami, Canada
2010: Canada, Shanghai
2011: Cincinnati, Shanghai

Roger Federer
2008: –
2009: Madrid, Cincinnati
2010: Cincinnati
2011: Paris

Novak Djokovic
2008: Indian Wells, Roma
2009: Paris
2010: –
2011: Indian Wells, Miami, Madrid, Roma, Canada

Rafael Nadal
2008: Monte-Carlo, Amburgo, Canada
2009: Indian Wells, Monte-Carlo, Roma
2010: Monte-Carlo, Roma, Madrid
2011: Monte-Carlo

Classifica, almeno una volta davanti a tutti (2009-2011). Murray è considerato il numero 4 del gruppo praticamente da sempre. In realtà, pur non essendo mai stato il numero 1 del mondo, è stato, in momenti diversi, davanti sia a Federer, che a Djokovic, che a Nadal nel periodo di tempo che va dal 2009 al 2011, arrivando a un best ranking di numero 2 Atp.

17.08.2009
1. Roger Federer
2. Andy Murray
3. Rafael Nadal
4. Novak Djokovic

17.10.2011
1. Novak Djokovic
2. Rafael Nadal
3. Andy Murray
4. Roger Federer

Wimbledon, almeno ‘semi’ (2009-2012). Nelle ultime quattro stagioni, Murray è l’unico giocatore ad aver raggiunto almeno la semifinale a Wimbledon.

Andy Murray
2009: semifinale
2010: semifinale
2011: semifinale
2012: finale

Roger Federer
2009: vincitore
2010: quarti di finale
2011: quarti di finale
2012: vincitore

Novak Djokovic
2009: quarti di finale
2010: semifinale
2011: vincitore
2012: semifinale

Rafael Nadal
2009: forfait
2010: vincitore
2011: finale
2012: secondo turno

Atp Finals, round robin (2008-2010). Nel 2008 Murray si presentò alla Masters Cup come uno dei principali favoriti. Fu l’unico giocatore a raggiungere le semifinali da imbattuto, avendo superato nel suo girone Andy Roddick, Gilles Simon e Roger Federer. Perse però in semifinale contro Nikolay Davydenko (2-1 record). Nell’altra semfinale, fu Novak Djokovic (2-1) a imporsi su Gilles Simon (2-1). Andy perse probabilmente la sua più grande occasione per vincere le Finals. In ogni caso, dal 2008 al 2010, è stato il giocatore ad aver vinto il maggior numero di partite nel round robin.

Andy Murray
2008: 3-0
2009: 2-1
2010: 2-1
Totale: 7-2

Roger Federer
2008: 1-2
2009: 2-1
2010: 3-0
Totale: 6-3

Novak Djokovic
2008: 2-1
2009: 2-1
2010: 2-1
Totale: 6-3

Rafael Nadal
2008: forfait
2009: 0-3
2010: 3-0
Totale: 3-3

Percentuale indoor (2007-2009). L’ultima graduatoria che vi proponiamo, riguarda il periodo di tempo che va dal 2007 al 2009. In queste tre stagioni, Murray ha avuto la miglior percentuale di vittoria nelle partite indoor. Va detto che avremmo potuto proporre la stessa graduatoria nel periodo 2008-2010, e anche il quel caso Andy avrebbe comandato la classifica. Abbiamo scelto il periodo 2007-2009, per dimostrare che Murray ha ormai da tanti anni un rendimento molto alto.

Andy Murray
2007: 23-5
2008: 20-3
2009: 15-2
Totale: 58-10, 85%

Roger Federer
2007: 17-2
2008: 12-3
2009: 6-4
Totale: 35-9, 79%

Novak Djokovic
2007: 14-7
2008: 11-6
2009: 15-2
Totale: 40-15, 73%

Rafael Nadal
2007: 8-4
2008: 7-3
2009: 9-5
Totale: 24-12, 67%


Nessun Commento per “IL BASSISTA DI DUNBLANE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.