AO 2017: ANDY MURRAY SUL VELLUTO E UNA BRUTTA CADUTA

Vittoria per Andy Murray sul giovane Rublev, unico problema la brutta caduta che gli ha procurato una distorsione alla caviglia destra...
mercoledì, 18 Gennaio 2017

Tennis – Nessun problema per Andy Murray che, al secondo round degli Australian Open 2017, ha rispedito al mittente il diciannovenne Andrey Rublev con un tranquillo 6-3 6-0 6-2. Lo scozzese numero 1 del mondo ha messo a segno, in totale scioltezza, 9 aces, 2 doppi falli e ci ha quasi rimesso una caviglia: infatti, durante il quarto game del terzo set è caduto provocandosi una distorsione alla caviglia destra.

Nel momento della caduta mi sono spaventato, ho sentito crack – ha ammesso Murray, che ha comunque rassicurato tutti sulle sue condizioni – ho un po’ di dolore ora, non mi sono fatto molto male. Voglio dire, se è qualcosa di grave non riesci a mettere il peso sul piede. Ci ho messo del ghiaccio, non ci sono altre soluzioni. Vedremo come mi sveglierò domani ma dovrebbe essere ok“.

Ha visto invece i sorci verdi Bernard Tomic, uscito vincente da un estenuante match (3 ore e 20 di gioco) contro il tenace dominicano Estrella Burgos: 7-5 7-6(4) 4-6 7-6(4). Puro spettacolo alla Margaret Court Arena tra i due giocatori, con Tomic a rischio eliminazione su ogni set ed Estrella Burgos in modalità “macellaio” dove ha tentato davvero il tutto per tutto. Il numero 27 del seed non ha dato manforte e si è difeso con le unghie e con i denti per ottenere l’ambita vittoria. Un match elettrizzante fra campioni di alto calibro, a prescindere dalla classifica.

 


Nessun Commento per “AO 2017: ANDY MURRAY SUL VELLUTO E UNA BRUTTA CADUTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.