APRE FOGNINI-CILIC, O FORSE NO

Arriva la Coppa Davis. Siamo alla vigilia dell’incontro di primo turno del World Group tra Italia e Croazia. Fognini sarà il primo a scendere in campo ma è febbricitante e la sua presenza è a rischio. Non dovesse farcela subentrerebbe Lorenzi. All’interno le dichiarazioni di tutti i protagonisti.
giovedì, 31 Gennaio 2013

Stamattina si è svolto il sorteggio della sfida tra Italia e Croazia. La notizia del giorno non è questa, però. Alla cerimonia, ospitata presso la Sala Rossa di Piazza Palazzo di Città, non era presente Fabio Fognini. Proprio il ligure dovrebbe essere il primo a scendere in campo ma le sue condizioni destano qualche preoccupazione. Il sorteggio ha voluto che sia Fabio ad aprire le danze, opposto al gigante croato Marin Cilic nel primo singolare che si giocherà venerdì alle 14 sulla terra rossa indoor del PalaVela di Torino. A seguire andranno in campo Andreas Seppi e Ivan Dodig. Sabato spazio al doppio (si giocherà alle ore 16). Infine domenica andrà in scena la sfida tra numeri 1: Seppi-Cilic, programmata per le 14. A seguire l’ultimo singolare, quello tra Fognini e Dodig. Trovate la tabella riassuntiva del programma alla fine dell’articolo, ma adesso occupiamoci delle dichiarazioni dei protagonisti, cercando di fare luce sui possibili scenari che si aprono a causa della precaria condizione di Fognini.

Il capitano Corrado Barazzutti ha cercato di spiegare la situazione: «Fabio ha avuto un leggero rialzo di temperatura. Per precauzione è restato in albergo. Speriamo di recuperarlo rapidamente per domani”. Dunque il rischio di non vedere il sanremese in campo è più che concreto. Non dovesse farcela, è pronto Paolo Lorenzi. Barazzutti si fida dei suoi ragazzi: “Se Fognini sarà in buone condizioni giocherà lui perché credo sia più adatto all’incontro di domani, ma questo non significa che Paolo non lo sia, tutt’altro”. La squadra azzurra è pronta e concentrata: «Abbiamo molte possibilità di passare il turno, ma per questa sfida servirà giocare con molta attenzione. I ragazzi sono motivati, anche più di altre volte. Questa è un’occasione particolare. Sarà un match molto equilibrato e abbiamo ottime possibilità di qualificarci. La squadra si è rinforzata e i giocatori sono consapevoli che possono passare il turno. Le condizioni del campo sono buone, ci siamo adattati bene alla terra battuta. I ragazzi sono pronti a giocare. In Australia abbiamo avuto la conferma che la nostra è una squadra di grande valore e spessore. Possiamo fare molto bene: siamo in Serie A e questa è l’occasione per provare a vincere il primo turno. Ma ricordiamoci che Cilic è il numero 13 al mondo e che Dodig è un signor giocatore».  

Paolo Lorenzi doveva essere uno spettatore non pagante, e invece potrebbe diventare un grande protagonista della sfida: «Speravo tanto nella convocazione, sono contento di essere qui. L’obiettivo è fare i tre punti, vediamo se ci riusciremo». Dichiarazioni comprensibilmente diplomatiche.

Le speranze di qualificazione per i quarti sono in gran parte affidate all’ottimo momento di forma che sta vivendo Andreas Seppi. Il bolzanino già pregusta la partita di domenica che lo vedrà opposto al miglior giocatore croato: «Contro Cilic ho giocato tante partite e sono sempre state equilibrate. A Torino troveremo condizioni diverse rispetto a Melbourne, è come se ripartissimo da zero. Vincere in Australia, comunque, mi ha fatto bene al morale visto che contro di lui avevo perso gli ultimi tre match». Ma prima bisogna pensare a Dodig: «Lui gioca in maniera più aggressiva rispetto a Cilic. Sarà una gara difficile, ma cercherò di prendere il punto». Andreas ha appena  raggiunto il suo best ranking, alla posizione numero 18 della classifica: «Non mi sento diverso da prima. Siamo qui come squadra, cerchiamo di vincere questo incontro. Le condizioni del campo? Lo abbiamo testato, sono buone».

Simone Bolelli con tutta probabilità giocherà il doppio di sabato. Anche lui è pronto a scendere in campo per dare il suo contributo: «In Piemonte ho sempre giocato molto bene. Speriamo che questo sia di buon auspicio. Cercheremo di giocare il meglio possibile. Con grande costanza, possiamo fare buone cose».

Ieri, quando ancora non era scattato nessun allarme, Fabio Fognini aveva presentato così la sfida: «A Torino ho tanti amici e ho sempre fatto buoni risultati. Noi siamo pronti. Proveremo a portare questo match a casa. Speriamo nel sostegno del pubblico». Anche per il ligure la partita contro Cilic si presentava come una montagna difficile da scalare. Lorenzi ha ancora meno possibilità di vincere. Ecco perché un recupero di Fabio sarebbe provvidenziale.

 

IL PROGRAMMA

venerdì
dalle 14.00:
Fabio Fognini (ITA) c. Marin Cilic (CRO)

a seguire

Andreas Seppi (ITA) c. Ivan Dodig (CRO)

 

sabato
dalle 16.00:
Simone Bolelli/Paolo Lorenzi (ITA) c. Mate Pavic/Nikola Mektic (CRO)

domenica
dalle 14.00:
Andreas Seppi (ITA) c. Marin Cilic (CRO)

a seguire

Fabio Fognini (ITA) vs Ivan Dodig (CRO)


Nessun Commento per “APRE FOGNINI-CILIC, O FORSE NO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COPPA DAVIS, CONTRO LA CROAZIA MISSIONE POSSIBILE Annunciati i convocati per il primo turno del World Group: sono Seppi, Fognini, Lorenzi e Bolelli. Per la Croazia Cilic, Dodig, Veic e Pavic. I quarti sono un traguardo raggiungibile.
  • CONTRO LA CROAZIA PER RISORGERE Non vinciamo una partita nel World Group dal 1998, dal 2000 ne siamo usciti e ci sono voluti 12 anni per risalire. Contro i croati possiamo farcela. E proseguire la corsa verso la […]
  • LORENZI: “STANCHEZZA ED EMOZIONE” Le dichiarazioni degli italiani dopo la prima giornata del week end di Davis. Seppi: “Sono stato bravo a rimanere aggressivo”. Soddisfatto il capitano Barazzutti: “Tutto secondo pronostico”.
  • COPPA DAVIS: PER L’ITALIA C’È LA CROAZIA Sarà la Croazia di Marin Cilic e Ivo Karlovic l'avversaria dell'Italia nel primo turno del Gruppo Mondiale della Coppa Davis 2013. Ci è andata bene, perchè si tratta di una formazione alla […]
  • FOGNINI: “LA VITTORIA PIÙ BELLA” Coppa Davis, finalmente quarti: la soddisfazione di Fabio Fognini e di tutto il team azzurro. Barazzutti: “I risultati stanno arrivando”. Seppi ancora deluso per la brutta sconfitta contro […]
  • BATTERE IL CANADA PER TORNARE GRANDI TENNIS – Manchiamo dalle semifinali di Coppa Davis addirittura dal 1998: 15 anni di purgatorio sono sufficienti. Superare il Canada non è impossibile, il confronto è equilibratissimo. Il […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.