APRE SEPPI, POI FOGNINI CONTRO RAONIC A CACCIA DI SORPRESE

TENNIS – Quarti di finale di Coppa Davis, l’Italia sogna la semifinale. Contro il Canada aprirà Seppi, opposto a Pospisil. Poi Raonic-Fognini. Non c’è Bolelli: incertezza sul secondo doppista che affiancherà Daniele Bracciali, sicuro di giocare.
giovedì, 4 Aprile 2013

Tennis. Si è svolto nella tarda serata di oggi (in Canada è mattina) il sorteggio dei singolari di Coppa Davis. L’urna ha deciso che il primo a scendere in campo sarà il nostro numero 1, Andreas Seppi, opposto al secondo singolarista canadese, Vasek Pospisil, classe 1990 e numero 140 del ranking. Superfluo dire che per noi si tratta di uno snodo già decisivo: Seppi non può fallire, considerando la superficie velocissima e la presenza di Milos Raonic. I precedenti dicono 1-1: Andreas ha vinto il primo giocatosi a San Pietroburgo nel 2011, Pospisil si è vendicato l’anno seguente a Toronto. Se vuole arrivare in semifinale, la truppa azzurra deve conquistare entrambi i punti contro Pospisil e poi puntare tutto sul doppio, salvo imponderabili passaggi a vuoto di Raonic. Proprio il gigante di Podgorica sarà protagonista del singolare che chiuderà la prima giornata di gare: il compito di Fabio Fognini è tutt’altro che semplice. Nell’unico precedente è stato il ligure ad avere la meglio, ma si tratta di una partita di esibizione giocata quest’anno al Kooyong Classics. Domani sarà un’altra storia. È un dato caratteriale che ci consente di sperare: Fabio in Davis, e nelle partite sulla distanza dei cinque set in generale, ha sempre dato il meglio e quindi la sorpresa potrebbe anche scapparci. Si parte domani dalle 22. Sabato è in programma il doppio. Alla fine Simone Bolelli non ce l’ha fatta e quindi accanto a Daniele Bracciali, che sicuramente sarà in campo, si apre il toto-doppista. L’ordine di gioco ufficiale riporta Paolo Lorenzi ma questo è un vezzo di Corrado Barazzutti che generalmente segna per il doppio i due giocatori non schierati  nei singolari. Probabilmente sarà Seppi a scendere in campo. Si chiude domenica con gli ultimi due singolari che vedranno opposti Seppi a Raonic (nessun precedente) e poi Fognini a Pospisil (l’unico precedente, giocato a Cincinnati l’anno passato, ha visto il ligure imporsi in due set lottati).

Il capitano Corrado Barazzutti ha presentato la sfida: «Rispetto agli ottavi con la Croazia la situazione è differente: a Torino eravamo sulla terra rossa, la superficie a noi più gradita. Qui il campo è veloce e dobbiamo adattarci, anche se Seppi, per fare un esempio, gioca bene anche su questo tipo di campi indoor. Comunque la Davis è questa, quando sei in trasferta devi adattarti alle condizioni scelte da chi gioca in casa. Il Canada è un ottimo team, del resto non potrebbe essere altrimenti a livello di quarti di finale nel World Group della Davis. Il morale dei ragazzi è alto, stanno bene insieme e si stanno allenando con grande impegno ed entusiasmo. Faranno di tutto per vincere questo match, siamo qui per questo».

Gli ha fatto eco Andreas Seppi: «Il campo è molto veloce, simile a quello sul quale abbiamo giocato lo scorso anno a Ostrava contro la Repubblica Ceca. Lo sapevamo e per questo siamo arrivati a Vancouver con ampio anticipo per adattarci. Siamo qui per vincere e, personalmente, sto attraversando un buon momento. A Indian Wells e Miami è andata meglio degli anni scorsi, quando negli Stati Uniti ho sempre avuto difficoltà a esprimermi. Questa volta ho giocato un buon tennis. Raonic? Su un campo così veloce e con il servizio che si ritrova sarà difficile da battere. Dobbiamo essere concentrati dal primo game di questa sfida che è comunque aperta».

Anche Paolo Lorenzi ha detto la sua: «L’atmosfera è molto buona , il campo è veloce, anche perché già utilizzato in altre occasioni, quindi abbastanza consumato. Le palle sono strane ma onestamente non velocissime. Sono qui felice di far parte di questo gruppo e con la voglia di restarci il più a lungo possibile».

Questo il programma completo:

venerdì
dalle 22.00 ora italiana:
Vasek Pospisil c. Andreas Seppi

a seguire:

Fabio Fognini c. Milos Raonic

sabato
dalle 23.00 ora italiana:
Vasek Pospisil/Daniel Nestor c. Daniele Bracciali/Paolo Lorenzi 

domenica
dalle 23.00 ora italiana:
Andreas Seppi c. Milos Raonic

a seguire:

Vasek Pospisil c. Fabio Fognini


I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

  • BATTERE IL CANADA PER TORNARE GRANDI TENNIS – Manchiamo dalle semifinali di Coppa Davis addirittura dal 1998: 15 anni di purgatorio sono sufficienti. Superare il Canada non è impossibile, il confronto è equilibratissimo. Il […]
  • COPPA DAVIS: TUTTE LE CONVOCAZIONI TENNIS – Corrado Barazzutti ha fatto le sue convocazioni per la sfida contro il Canada dal 5 al 7 aprile a Vancouver. In squadra anche Bolelli nonostante l'infortunio al polso subito a […]
  • APRE FOGNINI-CILIC, O FORSE NO Arriva la Coppa Davis. Siamo alla vigilia dell’incontro di primo turno del World Group tra Italia e Croazia. Fognini sarà il primo a scendere in campo ma è febbricitante e la sua presenza […]
  • SEPPI, BUONA LA PRIMA. MA QUANTA SOFFERENZA! TENNIS – Va all’Italia il primo punto di questo quarto di finale di Coppa Davis contro il Canada. Sono serviti 5 set a Seppi per domare Pospisil che aveva vinto i primi due. È la seconda […]
  • FEDERER IRONIZZA SUL DOPPIO SEPPI-LORENZI TENNIS - In diretta da Ginevra: Bolelli gioca come singolarista al posto di Seppi, mentre Barazzutti annuncia (beffardamente) un doppio composto da Seppi-Lorenzi. Le repliche svizzere non […]
  • COPPA DAVIS, CONTRO LA CROAZIA MISSIONE POSSIBILE Annunciati i convocati per il primo turno del World Group: sono Seppi, Fognini, Lorenzi e Bolelli. Per la Croazia Cilic, Dodig, Veic e Pavic. I quarti sono un traguardo raggiungibile.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.