CORAZÒN ARGENTINO

Nel doppio della finale di Coppa Davis grandissima prova di Nalbandian e Schwank, che hanno lasciato le briciole a Lopez/Verdasco. Domani Del Potro cercherà di pareggiare i conti, ma ad attenderlo c'è Nadal
sabato, 3 Dicembre 2011

Siviglia (Spagna). L’Argentina è ancora viva. Per superare la coppia spagnola davanti agli oltre 20mila sostenitori locali serviva una prova di carattere, e il doppio sudamericano, composto da David Nalbandian ed Eduardo Schwank, ha dimostrato di averne parecchio. Spinti dagli ininterrotti cori dei tifosi della ‘curva’ argentina (fra i quali anche l’ex top 50 Martin Vassallo Arguello) i due giocatori albicelesti hanno disputato un match perfetto e privo di sbavature, comandando dall’inizio alla fine sino a imporsi con un facile 6-4 6-2 6-3, in appena due ore di gioco.

Molto affiatati e sempre all’attacco, entrambi hanno servito in maniera eccellente, non dando mai la possibilità di rientrare agli spagnoli, e hanno concretizzato tutte le occasioni a loro disposizione. Per Feliciano Lopez e Fernando Verdasco, apparsi entrambi sottotono e non all’altezza della situazione, seconda figuraccia consecutiva in Coppa Davis, dopo il sei-zero sei-due sei-uno rimediato nella semifinale contro la Francia.

Seguiti in tribuna dal re Juan Carlos I, i due spagnoli sono infatti stati costretti a rincorrere sin dal quinto gioco del primo parziale, e non sono mai riusciti ad agganciare gli avversari. Dopo aver conquistato il primo set per 6-4, la coppia argentina ha aperto con un break sia il secondo che il terzo set, e non ha praticamente mai avuto problemi, nonostante i rivali siano leggermente saliti di livello a metà del terzo set, quando hanno capito che la sfida gli stava sfuggendo definitivamente.

Tre le palle-break annullate nel corso della sfida, sulle quali David Nalbandian ha avuto modo di dimostrare di che pasta è fatto. Sulle prime due ha piazzato un ace (secondo game del secondo set, sesto game del terzo), mentre sulla terza (sempre sul 3-2 del terzo) ha servito una prima profondissima che ha toccato la riga, diventando imprendibile per Lopez. Non da meno la prova di Schwank, che non ha mai tremato in uno dei match più importanti della sua carriera, trovando numerose soluzioni da vero doppista e ricambiando nel migliore dei modi la fiducia concessagli dal capitano ‘Tito’ Vazquez.

Nonostante la festa spagnola appaia solo rimandata, l’Argentina è tornata prepotentemente in partita, e domani avrà la possibilità di giocarsi le sue ultime carte. La giornata sarà aperta dalla sfida fra Juan Martin Del Potro e Rafael Nadal, che durante il doppio è stato prelevato (insieme a David Ferrer) per sottoporsi al controllo anti-doping. Si tratta di un match difficile da leggere, nel quale, se riuscisse a giocare come ieri, il ventitreenne di Tandil potrebbe anche avere qualche speranza. Qualora ‘Palito’ centrasse l’impresa, il singolare decisivo sarebbe sicuramente di Nalbandian, pronto a mettere in campo anche l’ultimo pezzettino di cuore. Il sogno continua

FOTO FELICE CALABRÒ


Nessun Commento per “CORAZÒN ARGENTINO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • GIOIA ARGENTINA, DELUSIONE SPAGNA Nalbandian e Schwank hanno commentato in conferenza stampa la loro vittoria, dicendosi molto soddisfatti e ancora fiduciosi nel successo finale. Naturalmente rammaricati, invece, Lopez e Verdasco
  • PRONTO PER COMBATTERE A poche ore dal doppio che potrebbe assegnare la Coppa Davis, i contendenti sono scesi in campo per allenarsi. Prima gli spagnoli, poi Schwank e un Nalbandian concentratissimo e visibilmente teso
  • COPPA DAVIS: LA FINALE IN 10 FOTO Tre giorni di incontri al cardiopalmo tra Spagna e Argentina, raccontati attraverso le immagini del fotografo Felice Calabrò
  • COPPA DAVIS: ANTIDOPING A SORPRESA Juan Martin Del Potro, Juan Monaco e Rafael Nadal sono stati sottoposti a un test sull'assunzione di droga durante il terzo set del doppio
  • BICCHIERE MEZZO PIENO? Nonostante l'ennesima sconfitta in finale, l'Argentina può guardare con un sorriso alle prossime edizioni della Davis. Forte di un Del Potro ritrovato, di tanti giovani in ascesa, e di un […]
  • RAFA: “OCCHIO A NALBANDIAN” All'Estadio Olimpico Nacional di Siviglia ha avuto luogo oggi la classica conferenza stampa, primo atto della finale di Coppa Davis. Rafael Nadal si è detto pronto e fiducioso, e ha messo […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.