ARRESTATO A MIAMI BERNARD TOMIC

Bernard Tomic arrestato a Miami Beach. Il tennista australiano poi è stato rilasciato sotto il pagamento di una cauzione.
giovedì, 16 Luglio 2015

TENNIS – Disavventura per Bernard Tomic. Il giocatore australiano, ultimamente in rotta di collisione con la sua Federazione (sospeso per questo turno Davis), è stato arrestato a Miami Beach. L’Aussie, pare si trovasse in un lussuoso hotel della Florida con alcuni amici e, divertendosi forse un po’ troppo, avrebbe alzato in maniera esagerata il volume della musica, quest’ultimo definito da alcuni inservienti della struttura, davvero insopportabile.

Inservienti ma non solo. Anche gli ospiti dell’hotel avrebbero poco gradito questo continuo baccano segnalando il tutto alle forze competenti. Quando due guardie della sicurezza sono arrivate nella stanza del tennista, il 22enne originario di Stoccarda, non ha esitato ed ha chiuso in faccia la porta ai due.

Cercando di calmare l’ira funesta di Tomic, la sicurezza ha più volte tentato di spiegare all’attuale numero 29 del mondo il motivo della loro visita ma non hanno ricevuto nessun segnale distensivo dallo stesso. Al loro terzo tentativo, Tomic ha, secondo la ricostruzione degli agenti, “puntato il dito in modo aggressivo”, urlando di lasciarlo in pace. Da quel momento in poi è arrivata la Polizia che ha ‘sfrattato’ l’atleta ed i suoi amici. Quest’ultimi hanno poi dovuto raccogliere in fretta e in furia i loro effetti personali per non incorrere in ulteriori guai con la giustizia.
Gli agenti hanno, invece, arrestato Tomic che non aveva nessuna intenzione di mollare la presa con l’accusa di resistenza e violazione di domicilio. Sotto pagamento di una cospicua cauzione, si parla di una cifra vicina ai duemila dollari, è stato successivamente rilasciato.

Non è un periodo fortunatissimo per la star del tennis australiano. Dopo essere stato scaricato dalla Federazione causa rapporto ai limiti dell’inesistente con l’ex leggenda Pat Rafter, ed essere stato costretto a guardare i suoi compagni in questo turno Davis, arriva anche la notizia dell’arresto. Sul campo, poi, le cose sembrano non girare per il meglio. Dopo qualche buona prova nei tornei di preparazione a Wimbledon, Tomic non ha più ripetuto le ottime prestazioni incappando in alcune sconfitte pesantissime. Proprio ai Championships, non è andato oltre il terzo turno, sconfitto da quello che poi si sarebbe laureato campione, il serbo Novak Djokovic con un triplo 6-3.

Una vita, dunque, sempre sull’ottovolante quella per Bernard, alle prese anche con un padre dal carattere spesso e volentieri sui generis. Come dimenticare la testata che Josh sferrò al francese Thomas Drouet con conseguente rottura del setto nasale per quest’ultimo. Quello a Miami è l’ultimo episodio della saga che, ci auguriamo, possa avere a breve un lieto fine.

 


Nessun Commento per “ARRESTATO A MIAMI BERNARD TOMIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.