ATP, AL VIA KITZBUHEL E WASHINGTON

Per gli uomini è il rush finale prima del trasferimento in massa a Toronto, in programma per la prossima settimana. Terra austriaca con Seppi e i più portati per il rosso, negli States confronto Berdych-Raonic
lunedì, 28 Luglio 2014

TENNIS – Anche in piena estate è tempo di tennis, tra l’altro parecchio delicato in vista degli appuntamenti più importante. La racchetta maschile è impegnata su due fronti, in attesa di trasferirsi in massa sul cemento di Toronto: due tornei in programma, Kitzbuhel e Washington, per il rush finale a cavallo tra luglio e agosto.

La terra austriaca non si sposa particolarmente con la superficie canadese, vero banco di prova per diversi outsider, ma serve comunque a strappare gli ultimi punti in vista del seeding della prossima settimana. Kitzbuhel interessa da vicino anche i colori azzurri, con Andreas Seppi candidato a protagonista della manifestazione. L’altoatesino, testa di serie numero 4, non avrà vita facile contro gli specialisti spagnoli e i coriacei tedeschi: due nomi su tutti sono Kohlschreiber e Granollers-Pujol, primi due della classe. Da tenere sotto controllo anche Carreno-Busta.

Il tabellone non è particolarmente favorevole all’italiano, automaticamente qualificato al secondo turno, nel quale potrebbe già incontrare il curioso Dustin Brown. Superando l’ostacolo tedesco, sarebbe già tempo di sfida con Jarkko Nieminen, settima testa di serie, oppure Juan Monaco. Proprio l’argentino, vincitore nel 2007 su Starace, è stato finalista dello scorso anno contro Marcel Granollers, tornato per confermare il successo del 2013.

Più interessante il torneo di Washington, dove più di un big è alla ricerca del miglior feeling in vista della Rogers Cup. Il confronto principale è senza dubbio quello tra le prime due teste di serie: Tomas Berdych occupa il numero uno, seguito da un Milos Raonic in costante ascesa e desideroso di ben figurare nel prossimo torneo di casa. Gli stimoli ci sono tutti, anche per tanti altri outsider che cercano il colpaccio di inizio agosto: Dimitrov e Nishikori sono in primissima fila, ma anche il padrone di casa Isner proverà a farsi valere.

Da tenere d’occhio, ovviamente, anche Richard Gasquet e Kevin Anderson, ma anche Pospisil può mettere in campo il massimo della determinazione e dell’orgoglio nazionale, visto l’imminente sorpasso canadese ai danni della truppa tennistica americana. Lo spauracchio del torneo può essere il numero 14 del tabellone Lleyton Hewitt, la cui esperienza non è mai da sottovalutare. Detentore del titolo è l’argentino Juan Martin Del Potro, ancora ai box dopo l’ennesima operazione chirurgica che ne ha pregiudicato l’intera stagione. Corsa equilibrata, dunque, per un titolo che non potrà essere difeso dall’ultimo vincitore.

Ancora tanti punti in palio in attesa di Toronto, che vedrà il suo start ufficiale lunedì prossimo. Non sono in campo i primissimi della classifica mondiale, decisi a giocarsi tutto nel torneo canadese, ma numerosi outsider cercano di ritagliarsi uno spazio importante nella settimana che si apre oggi.


Nessun Commento per “ATP, AL VIA KITZBUHEL E WASHINGTON”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.