ATP ATLANTA, TUTTI A CACCIA DEL TRONO DI ISNER

Sul veloce della città statunitense si gioca il primo dei quattro tornei di agosto che precedono gli Us Open
lunedì, 1 Agosto 2016

TENNIS – Dopo i primi sette mesi di stagione già andati in archivio, e con le Olimpiadi di Rio de Janeiro ormai alle porte, il circuito Atp dopo la settimana del Masters 1000 di Toronto che ha incoronato Novak Djokovic, si sposta sul cemento di Atlanta, per il primo dei quattro tornei del mese di agosto che precedono l’appuntamento con gli Us Open, quarto e ultimo Slam della stagione.

Il favorito numero uno, nonché campione uscente (dopo aver vinto lo scorso anno il terzo titolo di fila nella città della Georgia) è John Isner, che torna ad Atlanta per il settimo anno consecutivo. Il 31enne statunitense ha in record di 20 vittorie e tre sole sconfitte ad Atlanta, dove ha giocato altre due finali anche nel 2010 e nel 2011, e sarà l’australiano Nick Kyrgios, alla prima presenza in questo torneo, il pericolo uno per la striscia di 12 successi consecutivi con la quale Isner si presenta al via.

L’australiano, il più giovane giocatore all’interno della Top 20 del ranking mondiale, arriva a questo appuntamento con un record stagionale di 26 vittorie e 11 sconfitte, di cui 14-5 sul veloce, ma anche con una serie di polemiche che da alcune settimane lo stanno accompagnando, soprattutto riguardo alla sua personalità e alla sua attitudine in campo.

Ma a provare a rendere difficile la vita di John Isner ci proveranno anche Kevin Anderson, che perse la finale del 2013 proprio contro il gigante americano e arriva dai quarti di finale disputati la settimana scorsa al Masters 1000 di Toronto, Alexander Dolgopolov, Fernando Verdasco, Guillermo Garcia Lopez e Donald Young, senza dimenticare i giovanissimi talenti Taylor Fritz, Jared Donaldson e Yoshihito Nishioka, che proveranno a fare strada e a mettere in mostra ancora una volta il loro talento per fare altra strada all’interno della classifica mondiale.

John Isner, già  proiettato al secondo turno grazie ad un “bye”, aspetta il vincente della sfida tra Adrien Mannarino e Mischa Zverev (qualificato), mentre nella parte bassa del tabellone Nick Kyrgios (testa di serie numero 2 che potrebbe trovare Dolgopolov nella potenziale semifinale) se la vedrà contro Jared Donaldson o il connazionale Sam Groth. Kevin Anderson invece, sulla strada di una potenziale semifinale John Isner, è inserito nello “spicchio” di Donald Young e Tim Smyczek, un percorso che potrebbe non essere proibitivo considerando che il sudafricano al secondo turno giocherà contro il vincente del match tra gli statunitensi Christopher Eubanks (passato attraverso le qualificazioni) e la wild-card 18enne Reilly Opelka.

Nella foto John Isner (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ATP ATLANTA, TUTTI A CACCIA DEL TRONO DI ISNER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.