RAONIC FUORI A BRISBANE, BERRETTINI E TRAVAGLIA KO A DOHA

Il canadese è stato battuto da De Mineur con un doppio 6-4, i due azzurri invece sono stati eliminati rispettivamente dal tedesco Peter Gojowczyk e dall'argentino Guido Pella

TENNIS – Non sono mancate le sorprese al torneo Atp 250 di Brisbane. Milos Raonic infatti è stato battuto con un doppio 6-4 dal giovanissimo talento australiano Alex De Minaur, protagonista di un incontro di altissimo livello in cui ha fatto emergere ancora una volta  la sua grande personalità, a dispetto di una carta d’identità che lo inserisce tra i Next Gen.

Il canadese non è riuscito a servire bene con buona continuità, e De Minaur ha giocato in maniera sempre aggressiva in risposta, giocando molto vicino alla linea di fondo e trovando spesso dei buoni passanti (soprattutto con il rovescio) che hanno mandato fuori giri il canadese. Nel primo set all’australiano è bastato un break per chiudere i conti sul 6-4, grazie anche alla solidità mostrata durante i propri turni di battuta, e nel secondo si è portato addirittura sul 5-2 e servizio, indirizzando definitivamente la sfida dalla sua parte, e anche se Raonic ha provato a rientrare in partita ottenendo il break con cui si è riportato in scia sul 5-4, dopo il cambio di campo De Minaur ha giocato un game al servizio praticamente perfetto, senza farsi tradire dall’emozione, e ha portato a casa una vittoria importantissima che lo proietta verso il primo quarto fi finale Atp della carriera. Ma le sorprese di giornata non sono finite qui, perché per un posto in semifinale l’australiano se la vedrà con l’altro giovane talento in campo oggi a Brisbane, ovvero lo statunitense Michael Mmoh (classe 1998), protagonista di una bella vittoria in tre set (6-2 5-7 6-4) ai danni di un giocatore di spessore come Mischa Zverev. Ha dovuto “faticare” tre set poi anche Nick Kyrgios, che al termine di una partita molto equilibrata nei primi due parziali giocata contro il connazionale Matthew Ebden si è imposto 6-7 7-6 6-2 tra gli applausi del pubblico di casa, che si è gustato questo bel derby tutto australiano e vedrà nuovamente in campo Kyrgios tra due giorni. L’australiano infatti sarà impegnato in un quarto di finale che promette spettacolo visto che lo vedrà opposto ad Alexander Dolgopolov, uscito vittorioso con un netto 6-1 6-2 nel suo match contro l’argentino Horacio Zeballos.

DOHA

Spostandoci poi al torneo Atp di Doha, si è fermata al secondo turno la corsa di Matteo Berrettini, probabilmente ancora provato dalla dura “battaglia” di ieri vinta con Troicki. L’azzurro infatti è stato battuto dal tedesco Peter Gojowczyk con un netto 6-2 6-2, al termine di un match in cui il tennista italiano non è mai riuscito a procurarsi nemmeno una palla break, e il suo avversario ha tenuto sempre in mano le redini del gioco grazie anche alle buone percentuali di prime palle di servizio in campo. E’ andata male poi anche a Stefano Travaglia, che ha provato a lottare come al solito finendo però per cedere 7-6 6-3 all’argentino Guido Pella, mentre avanzano la testa di serie numero 1 Dominic Thiem, vittorioso in due set (7-5 6-4 lo score conclusivo in favore dell’austriaco) dalla sfida con Aljaz Bedene, Andrey Rublev, che ha sconfitto in tre set (6-4 3-6 6-4) un avversario ostico come Fernando Verdasco, Borna Coric (6-1 6-3 a Nikoloz Basilashvili) e Mirza Basic (6-4 7-6 al numero 4 del seeding Feliciano Lopez).

PUNE

Passando infine al torneo Atp 250 di Pune, sul cemento indiano avanzano le prime due teste di serie Marin Cilic e Kevin Anderson. Il croato ha superato 6-4 6-3 il tennista di casa Ramkumar Ramanathan, mentre il sudafricano ha approfittato del ritiro del brasiliano Thiago Monteiro quando si trovava comunque avanti 7-6 3-2 e servizio. Hanno superato il secondo turno poi anche Gilles Simon (6-3 7-6 a Roberto Bautista Agut), Pierre-Hugues Herbert (4-6 6-3 6-4 all’altro tennista indiano Yuki Bhambri), la testa di serie numero 4 Benoit Paire (6-4 6-7 7-6 all’ungherese Marton Fucsovics), Mikhail Kukushkin (7-6 7-6 a Laslo Djere), Robin Haase (3-6 7-6 7-5 al cileno Nicolas Jarry) e lo spagnolo Ricardo Ojeda Lara (doppio 6-4 al bielorusso Ilya Ivashka)

(Nella foto Milos Raonic – www.zimbio.com)

 


Nessun Commento per “RAONIC FUORI A BRISBANE, BERRETTINI E TRAVAGLIA KO A DOHA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.