ATP BRISBANE, LA FINALE E’ FEDERER-RAONIC

Lo svizzero ha battuto Thiem 6-1 6-4, il canadese invece ha dovuto giocare due tie-break per avere la meglio su Tomic
sabato, 9 Gennaio 2016

TENNIS – Sarà la “rivincita” dello scorso anno a decretare chi sarà il campione dell’edizione 2016 del torneo Atp di Brisbane. A sfidarsi nell’atto conclusivo infatti saranno Roger Federer (che ha battuto nettamente Thiem 6-1 6-4) e Milos Raonic, uscito vittorioso dalla “battaglia” con Bernard Tomic risolta con due tie-break.

FEDERER

Lo svizzero, dopo quelle dei giorni scorsi, ha sfoderato un’altra prestazione di alto livello, mettendo subito sotto pressione Dominic Thiem fin dalle battute iniziali del match. Non a caso l’attuale numero 3 del mondo è andato velocemente sul 5-0, prima di chiudere agevolmente il primo parziale sul 6-1, e nel secondo è ripartito subito forte ottenendo un break immediato che aveva lasciato pensare ad una rapida conclusione della sfida. L’austriaco però è riuscito a rimettersi subito in carreggiata, ottenendo il contro-break dell’1-1, ed è riuscito a rimanere in partita fino al 3-3, quando Federer ha dato una ulteriore accelerata strappando il servizio al suo avversario nel settimo game. A quel punto Roger no ha più lasciato chance all’austriaco, e ha chiuso i conti sul definitivo 6-4 tra gli applausi del pubblico australiano. Tra l’altro, per lo svizzero si è trattato di un altro record della sua già strabiliante carriera: con questo successo infatti (ottenuto alla partita numero 1.300 della sua fantastica parabola all’interno del circuito Atp), è diventato il primo giocatore della storia a giocare almeno una finale sulla superficie veloce per 17 stagioni consecutive.

RAONIC

Molto più complicato invece è stato il passaggio del turno di Milos Raonic, che con Bernard Tomic ha dato vita ad una semifinale molto tirata ed equilibrata, finita 7-6 7-6 in favore del canadese. Nell’arco dell’intero match infatti non ci sono stati break (Raonic ha salvato tre opportunità consecutive nel primo set, Tomic addirittura ha fronteggiato una sola palla break in tutta la partita), i servizi hanno dominato il gioco e e sono stati molti i turni di battuta tenuti a “zero” oppure concedendo un solo punto al proprio avversario, ma il canadese è stato più bravo dell’idolo di casa nei momenti decisivi della sfida, ovvero  nei due tie-break (vinti entrambi 7 punti a 5) che gli hanno consegnato il biglietto per la finalissima contro Roger Federer.

CHENNAI

Spostandoci poi in India, al torneo Atp di Chennai, la finale vedrà sfidarsi Stan Wawrinka e Borna Coric. Lo svizzero si è sbarazzato agevolmente del suo amico Benoit Paire 6-3 6-4, mentre il giovane talento croato ha avuto la meglio su Aljaz Bedene in tre set (7-6 6-7 6-3 il punteggio finale).

WAWRINKA

Ad aprire le danze delle semifinali è stato Stan the Man, che con una prestazione praticamente perfetta (durante la quale non ha concesso nessuna palla break al suo avversario) ha battuto Benoit Paire con un 6-3 6-4 senza storia. A Wawrinka infatti è stato sufficiente ottenere un break per ogni set, per poi inserire il pilota automatico e condurre in porto una vittoria tanto importante quanto agevole che lo proietta nella finalissima del torneo indiano.

CORIC

Più complicata, e soprattuto combattuta, è stata invece la semifinale di Borna Coric, che ha superato Aljaz Bedene soltanto al terzo set. Dopo aver vinto il primo al tie-break, il croato ha ceduto il secondo con lo stesso punteggio, ma nel terzo e decisivo parziale è riuscito a piazzare l’allungo decisivo nell’ottavo game (salendo 5-3 e servizio), chiudendo i conti poi sul definitivo 6-3 che gli ha regalato il pass per la finalissima.

Nella foto Roger Federer in azione al torneo di Brisbane (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ATP BRISBANE, LA FINALE E' FEDERER-RAONIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.