ATP CHALLENGER FINALS: OK LORENZI, MALE CECCHINATO

Buona la prima per Paolo Lorenzi agli ATP Challenger Finals, il senese ha sconfitto Dustov in tre set, guadagnando un punto utile nella classifica del girone A. Male invece Marco Cecchinato battuto da un bravo Clezar 7-5 6-4
giovedì, 26 Novembre 2015

Tennis – Al via l’ATP Challenger Tour Finals di San Paolo, il torneo finale in indoor – con montepremi da 220.000 euro – che prende in considerazione i migliori risultati ottenuti nei Challenger. La formula di gioco è la stessa delle Finals londinesi, ovvero due gironi composti da quattro giocatori dove i primi due di ognuno si contenderanno le semifinali.

Grazie ai loro meriti, sono presenti gli azzurri Paolo Lorenzi e Marco Cecchinato che sperano di imitare la vittoria di Filippo Volandri di due anni fa.

Girone A: Lorenzi, Cervantes, Munoz, Dustov

Girone B: Cecchinato, Pella, Albot,  Clezar.

Si aggiudica la prima vittoria il senese Lorenzi che, dopo 2 ore e 23 minuti di gioco, ha battuto Farrukh Dustov in tre set: 4-6 6-3 6-4. Mentre inizia male l’avventura delle Finals per Cecchinato sconfitto da un fortissimo e incisivo Guilherme Clezar 7-5 6-4. Il brasiliano, con questa vittoria, si è portato in una situazione di pareggio nei testa a testa dopo la sconfitta a Caltanissetta.

Buona la prima per Inigo Cervantes che ha battuto il connazionale Munoz 4-6 7-6(3) 7-5, mentre si è piegato Rau Albot ai piedi di Pella al terzo set 3-6 6-1 6-3.

Oggi, dalle 16.00 (ora italiana) Munoz-Dustov, dalle 17.30 Lorenzi-Cervantes, dalle 19.00 Cecchinato-Albot e alle 22.00 Pella-Clezar.

 


Nessun Commento per “ATP CHALLENGER FINALS: OK LORENZI, MALE CECCHINATO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.