ATP CHALLENGER IL RESOCONTO DELLA SETTIMANA

Settimana quella appena trascorsa che ha visto molti giocatori impegnati in più tornei Challenger. Mannarino conquista l'Ecuador, Zverev migliora il suo ranking in Germania.
martedì, 8 Luglio 2014

Rivisitiamo assieme la settimana che ha visto disputarsi numerosi tornei ATP Challenger Tour, applaudendo chi ha fatto balzi in avanti verso una posizione ranking migliore e chi potrà farli in vista dei prossimi tornei.

Allo Sparkassen Open (Braunschweig, Germania), il 17enne Alexander Zverev si è aggiudicato il torneo la scorsa settimana, vincendo il suo primo titolo sulla terra rossa tedesca di Braunschweig. L’ex juniores top-ranked e fresco vincitore degli Australian Open 2014 riservati ai  ragazzi è diventato il giocatore più giovane a prevalere sul circuito. Egli è uno dei 16 giocatori al mondo che può rivendicare il primo titolo Challenger a 18 anni e lo ha fatto dopo aver vinto solo una partita in sei eventi precedenti. Zverev, grazie ad una wild card, si è  registrato tra i primi 100 della sua carriera nella sconfitta di Tobias Kamke al primo turno,con testa di serie Andrey Golubev nelle semifinali e Paul-Henri Mathieu 1-6, 6-1, 6-4 per il titolo. Il tedesco dunque con 380 punti nell’ ATP Ranking Emirates agguanta un career-high World No. 285 con questo successo.

Al Nielsen Pro Tennis Championship (Winnetka, Illinois, USA),  Denis Kudla batte Farrukh Dustov 6-2, 6-2 per il suo quarto titolo ATP Challenger Tour e il primo dell’anno. Kudla, che ha spodestato il campione 2012 John-Patrick Smith in semifinale, è il 13 ° americano a trionfare nel Winnetka sin dall’inizio del torneo nel 1984. Ha anche vinto il titolo di doppio al fianco dell’astro nascente australiano Thanasi Kokkinakis. Nel frattempo, il 19enn qualificato Mackenzie McDonald ha raggiunto le semifinali nel suo primo evento Challenger. McDonald ha impressionato gli addetti ai lavori qualificandosi al torneo di Cincinnati dello scorso anno, sconvolgendo le velleità di due signori giocatori come Nicolas Mahut e Steve Johnson.

In Italia al Distal & ITR Group Tennis Cup (Todi, Italia) Aljaz Bedene, ha migliorato il suo record nelle finali Challenger grazie ad un incredibile 8-1, battendoil campione 2010 di Wimbledon juniores Marton Fucsovics 2-6, 7-6 (4) , 6-4 nella finale disputata domenica. Lo sloveno ha vinto il suo primo titolo dell’anno, in modo impressionante, e siamo sicuri potrà fare ancora meglio in questo scorcio di stagione.

Al Trofeo Ricardo Delgado Aray (Manta, Ecuador) Adrian Mannarino sbaraglia la concorrenza e sbalordisce i presenti. Appena due giorni dopo essere stato eliminato all’All England Club per mano di Tommy Robredo, il francese ha cominciato il suo torneo in Ecuador dopo un viaggio davvero lungo e stressante. Di li in avanti il transalpino avrebbe vinto sette partite in otto giorni, superando Guido Andreozzi  4-6 6-3 6-2 in finale divenendo il primo giocatore europeo ad aver vinto in terra sudamericana.

 


Nessun Commento per “ATP CHALLENGER IL RESOCONTO DELLA SETTIMANA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.