ATP CINCINNATI: DJOKOVIC SUL VELLUTO, SPRAZZI DI NADAL

Esordio positivo per Novak Djokovic a Cincinnati. Il serbo, che insegue l'ultimo Masters 1000 in carriera per completare il Carrer Golden Masters, ha superato senza problemi un ispiratissimo Benoit Paire. Avanza un "brutto" Stanislas Wawrinka, graziato dall'inesperienza di Borna Coric, fuori anche Thanasi Kokkinakis. Vittoria di qualità per Rafael Nadal, capace di battere un "caldo" Jeremy Chardy in due netti set

Tennis – Inizia col passo giusto la campagna in Ohio di Novak Djokovic. Il serbo, dopo la sconfitta in finale a Montreal, con un netto 7-5 6-2 ha strappato il pass per gli ottavi di finale anche nel settimo Masters 1000 della stagione, sconfiggendo Benoit Paire al termine di una partita combattuta solamente nel primo set.

A partire meglio è il Lucky Loser francese, subito aggressivo con la risposta e poco propenso ad allungare gli scambi. La tattica paga, tanto che Paire riesce ad ottenere il break e ad issarsi fino al 4-2 dopo poco più di 20 minuti. Il numero uno del mondo, però, rimette a posto le idee, diventa più preciso con i colpi da fondo e, all’ottavvo set point, chiude la frazione al termine di una serie di cinque giochi a uno. Seppur con qualche colpo magico piazzato qua e là, il transalpino non riesce ad opporre la giusta resistenza ad un avversario ormai in fiducia, che in apertura di secondo parziale strappa nuovamente la battuta per prendersi il margine necessario a dominare la partita fino alla sua rapida conclusione.

Nole, a caccia dell’ultimo tassello mancante per completare il Carrer-Golden Masters, se la vedrà agli ottavi di finale contro un avversario più complicato, David Goffin. Il giovane belga, in netta ascesa da un anno a questa parte, ha sconfitto per la prima volta in carriera Fernando Verdasco.

In una giornata caratterizzata dalla pioggia, Rafael Nadal è stato costretto ad entrare in campo alle 23:30 per giocare il suo incontro di secondo turno. Dopo le esperienze di Rio de Janeiro e Montreal (con una vittoria e una sconfitta), lo spagnolo è però riuscito a mettere in campo una prestazione solidissima contro un  “caldissimo” Jeremy Chardy, reo della semiifnale a Montreal.  Un perentorio 6-4 6-3 partorito in “soli” 87 minuti per Rafa che ,annullate tutte e 8 le palle break concesse nell’incontro, ha capitalizzato due delle quattro occasioni offerte dal transalpino, chiudendo al quinto match point una partita intensa e ben giocata da ambo le parti. Feliciano Lopez, a questo punto, diventa l’ultimo ostacolo da superare prima della sfida più attesa degli ultimi tempi, quella contro Roger Federer.

Con qualche problemino di troppo continua la marcia del neo campione di Montreal, Andy Murray. Il britannico è riuscito ad aver la meglio di uno stoico Mardy Fish, finalista qui due volte e al penultimo torneo in carriera, con il punteggio di 6-4 7-6(1). Lo statunitense prova a ridurre gli scambi e a cercare il vincente sin da subito, ma Andy una volta trovato il bandolo della matassa porta a casa il primo parziale e, dopo essere stato sotto di un break nel secondo set, recupera lo svantaggio per chiudere al tie break una pratica molto scomoda. Sfida tutta da giocare agli ottavi contro Grigor Dimitrov.

Esordio decisamente più complicato per Stanislas Wawrinka, costretto alla rimonta per avere la meglio di un ottimo Borna Coric. 3-6 7-6(3) 6-3 il punteggio finale in favore dell’elvetico, bravo e fortunato nei momenti topici dell’incontro. Stan, costretto a servire due volte per rimanere il partita, è stato graziato nel tie break del secondo set dal 18enne croato, che proprio sul più bello non è riuscito ad incidere con i suoi colpi preferiti. Una vera e propria occasione persa per Borna, unico Teenager ad aver vinto almeno 20 partite in stagione, che sicuramente non vedrà tante altre volta Wawrinka giocare così male. Test impegnativo per lo svizzero, chiamato ora ad alzare il livello contro “Mr 10.000 ace” Ivo Karlovic.

Esce di scena anche l’ultimo Teenager rimasto in tabellone, Thanasi Kokkinakis, sconfitto da un ottimo Richard Gasquet, che dopo Nick Kyrgios ha fatto fuori anche l’altro portacolori australiano. “The Kokk” , passato attraverso le qualificazioni, nel tie break del primo set è stato avanti 4-1 e 5-4, ma in entrambi i casi non è riuscito ad approfittare del vantaggio e, nel secondo parziale, ha completamente sciolto a favore di un Gasquet solido e concreto, capace di chiudere con il punteggio di 7-6(5) 6-1 una partita tutt’altro che banale.

Tutti i risultati

8-Rafa Nadal (Spain) beat Jeremy Chardy (France) 6-3 6-4
3-Andy Murray (Britain) beat Mardy Fish (U.S.) 6-4 7-6(1)
Tommy Robredo (Spain) beat Sam Querrey (U.S.) 6-1 5-7 6-3
13-David Goffin (Belgium) beat Fernando Verdasco (Spain) 6-4 7-6(4)
5-Stanislas Wawrinka (Switzerland) beat Borna Coric (Croatia) 3-6 7-6(3) 6-3
Jerzy Janowicz (Poland) beat Jared Donaldson (U.S.) 6-4 7-6(4)
12-Richard Gasquet (France) beat Thanasi Kokkinakis (Australia) 7-6(5) 6-2
Feliciano Lopez (Spain) beat Andreas Seppi (Italy) 7-6(6) 6-2
1-Novak Djokovic (Serbia) beat Benoit Paire (France) 7-5 6-2
15-Kevin Anderson (South Africa) beat Jack Sock (U.S.) 6-3 7-6(7




Nessun Commento per “ATP CINCINNATI: DJOKOVIC SUL VELLUTO, SPRAZZI DI NADAL”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.