ATP, COLPO GULBIS A MARSIGLIA

Il lettone sorprende Gasquet sul "suo" cemento francese e approda in finale. Dall'altra parte pronostico rispettato, con Tsonga che batte Struff e si prepara a difendere i colori transalpini nella finale di domani. Nella notte le semifinali di Delray Beach e Rio de Janeiro
sabato, 22 Febbraio 2014

TENNIS – Recentemente era diventata la terra dei profeti in patria, ma la Francia tradisce sul più bello i suoi beniamini. In attesa di quelle in programma a Delray Beach e Rio de Janeiro, terminano le semifinali di Marsiglia. Turno fatale alla testa di serie numero 1 Richard Gasquet, eliminato da Ernests Gulbis in due set. Va meglio all’ultimo francese ancora in corsa, Tsonga, che accede in finale dopo la bella sfida con Struff.

L’eliminazione del transalpino stronca le velleità dei tifosi marsigliesi, che già pregustavano un derby nell’atto conclusivo. Speranze infrante contro il muro eretto da Gulbis, che non lascia scampo all’attuale numero 9 del ranking mondiale. Il lettone si impone con un perentorio 6-3 6-2 che non ammette repliche. Il punteggio viene rimarcato dalle statistiche: tre break strappati al giocatore di Beziers, che invece non riesce ad ottenere nemmeno una possibilità di riportarsi in equilibrio nella contesa. Il servizio solidissimo del tennista baltico regge per tutto l’arco del match, a dimostrazione delle potenzialità del numero 3 del tabellone.

Dopo la batosta a Gasquet, i bleus si risollevano con il match di Jo-Wilfried Tsonga. Vittoria in due set per l’ultimo padrone di casa, che sfrutta i momenti più delicati della gara per sbarazzarsi di Struff. Termina 7-6[4] 7-5 per il tennista di Le Mans, messo in crisi in apertura di secondo set con il servizio strappato dal tedesco. La rimonta fino alla vittoria giunge negli ultimi quattro giochi della seconda partita, quando il francese piazza un parziale che prima salva il set, poi decreta l’accesso alla finale contro Gulbis, in programma domani pomeriggio alle 14:15.

Programma ancora apertissimo nei tornei americani, con Delray Beach e Rio de Janeiro ancora in attesa dei rispettivi finalisti. Sulle coste della Florida si tifa per una finale a stelle e strisce. Da una parte Johnson affronterà il sudafricano Anderson per il primo pass, poi il main event con il match tra Marin Cilic e John Isner. Quest’ultimo è dato favorito, ma il buon momento del croato potrebbe sovvertire i pronostici della vigilia.

A breve in campo anche in Brasile. Dopo la premiazione e le parole di stima nei confronti di Kuerten, Rafa Nadal si prepara ad affrontare il penultimo ostacolo che lo separa dal titolo verdeoro. Sulla sua strada il connazionale Andujar, reduce dalla schiacciante vittoria su Tommy Robredo. Dall’altra parte si conferma la supremazia iberica sulla terra rossa: David Ferrer avrà però un compito da non sottovalutare, visto che sulla sua strada c’è l’ucraino Dolgopolov. Rimane comunque difficile pensare ad un colpaccio, ma il campo sarà il sovrano indiscusso a partire dalle 21 italiane.


Nessun Commento per “ATP, COLPO GULBIS A MARSIGLIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.