ATP CUP: IL PARERE DEI GIOCATORI, DA FEDERER A DJOKOVIC

Cosa pensano i tennisti della nuova competizione

Tennis. Tanti tennisti hanno detto la loro sul canale ufficiale You Tube dell’Atp, in merito alla nuova competizione che dovrebbe sorgere a gennaio 2020, per Nazioni, con montepremi da 15 milioni di euro e in contrasto con la nuova formula Davis di Piqué.

Penso che a volte i giocatori si sentano un po’ soli in fondo alla strada, quindi ovviamente abbiamo grandi team ma giocare in una squadra con grandi giocatori è molto divertente e penso che avrà molto successo”, ha spiegato Federer.

Novak Djokovic, presidente del consiglio giocatori, ha sottolineato: “Mi piace che sia di proprietà dell’ATP, e mi piace che abbiamo i punti in classifica. E’ il modo migliore.

John Isner: “Stai giocando per il tuo paese, che è il più grande onore che puoi avere”. Allo stesso modo il giovane Alex de Minaur si mostra euforico. “E’ sempre stato il mio sogno rappresentare il verde e l’oroPenso che sia bello avere avere tutta la squadra e tutto il paese insieme e penso che piaccia a tutti”.

Ha detto la sua anche Jamie Murray. “La cosa ovviamente è che ci sono molti tornei in calendario. Ma se vogliamo che molte persone siano in grado di fare carriera nel tennis, fare soldi con il tennis, ci devono essere molti tornei. Se improvvisamente hai 30 tornei all’anno, probabilmente hai solo 50 giocatori che fanno soldi dal gioco, il che è sbagliato, perché il tennis è uno sport globale, uno sport di grande successo. Questo ovviamente rende difficile fare delle modifiche all’interno del gioco perché ci sono molti tornei. Ma, sai, non siamo superstar del tennis. Siamo con la massa”.

 


Nessun Commento per “ATP CUP: IL PARERE DEI GIOCATORI, DA FEDERER A DJOKOVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.