ATP DUBAI, LA FINALE E’ MURRAY-VERDASCO

Il numero uno del mondo ha superato Lucas Pouille 7-5 6-1, mentre lo spagnolo ha avuto la meglio su Robin Haase in tre set
venerdì, 3 Marzo 2017

TENNIS – Saranno Andy Murray e Fernando Verdasco a giocarsi il titolo del torneo Atp 500 di Dubai. Nei match di semifinale giocati oggi infatti, il numero uno del mondo ha sconfitto Lucas Pouille 7-5 6-1, mentre lo spagnolo ha avuto la meglio in tre set su un Robin Haase, che comunque manda in archivio una bella cavalcata, grazie alla quale scalerà diverse posizioni nel ranking mondiale.

MURRAY

Ha dovuto “faticare” solo un set quindi Andy Murray, che nel primo è salito subito sul 3-0 grazie al break ottenuto nel secondo game (alla terza opportunità), anche se da quel momento ha accusato un passaggio a vuoto che ha permesso a Pouille di conquistare quattro giochi consecutivi, con i quali il francese è andato sul 4-3 e servizio. Murray però è riuscito a reagire, ha portato a casa l’immediato contro-break (anche in questo caso alla terza chance e grazie ad un sanguinoso doppio fallo di Pouille) al termine di un ottavo game molto combattuto e, dopo aver gestito bene i successivi turni di battuta, nel dodicesimo gioco ha strappato nuovamente il servizio al transalpino, per il 7-5 che lo ha mandato avanti nel punteggio.

Quindi, all’inizio del secondo set, Murray ha giocato con maggiore scioltezza, è salito rapidamente sul 3-0 e poco dopo ha portato a casa anche il break del 4-0, con il quale ha incanalato l’incontro decisamente dalla sua parte, sfruttando anche il calo di Pouille che, dopo aver ceduto il servizio alla fine del primo parziale, ha riconquistato un game soltanto sul 5-0 in favore del suo avversario, il quale con un ultimo turno di battuta praticamente perfetto ha chiuso i conti sul definitivo 6-1.

VERDASCO

Nella prima semifinale di giornata invece, Fernando Verdasco ha dato seguito alla sua splendida settimana superando in tre set (7-6 5-7 6-1) Robin Haase, confermando quindi la solidità del suo gioco mostrata fin dal primo contro Andreas Seppi. Non a caso lo spagnolo sia nel primo che nel secondo set ha recuperato un break di svantaggio, ma mentre nel primo parziale ha portato a casa il tie-break 7 punti a 5 (gestendo alla perfezione l’unico mini-break conquistato), nel secondo, una volta rientrato in partita sul 4-4, ha provato a continuare a giocare con grande aggressività, ma nel dodicesimo game ha ceduto nuovamente la battuta per il 7-5 che ha rimesso in carreggiata Haase. Nel terzo e decisivo parziale però, Verdasco ha ritrovato la giusta determinazione, è salito velocemente sul 4-1 con due break di vantaggio e ha chiuso i conti sul definitivo 6-1, archiviando un set giocato in maniera praticamente perfetta tra gli applausi del pubblico del centrale.

(Nella foto Andy Murray – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ATP DUBAI, LA FINALE E' MURRAY-VERDASCO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.