ATP FINALS DAY 5. SI CHIUDE IL GIRONE “STAN SMITH”.

Roger Federer, già qualificato per le semifinali, affronta quel Kei Nishikori che si è rimesso in corsa con la vittoria su Tomas Berdych. Il ceco deve battere Novak Djokovic e sperare nella sconfitta del tennista del Sol Levante. Altrimenti i giochi sono fatti con Roger e Novak primo e secondo nel girone.
mercoledì, 18 Novembre 2015

Tennis – Quinta giornata di gioco alla O2 Arena di Londra per le Barclays Atp Finals 2015. Si chiude il girone intitolato a Stan Smith e tornano in campo Novak Djokovic, Roger Federer, Kei Nishikori e Tomas Berdych. Ma si chiude anche il girone di doppio dei nostri Fognini-Bolelli, che praticamente non hanno speranze di passare al turno successivo. Ecco il programma della giornata e gli scenari di qualificazione possibili.

Aprono la giornata proprio i nostri portacolori, impegnati a mezzogiorno (le consuete 13 italiane) contro la coppia leader del girone costituita da Rohan Bopanna e Florin Mergea. Il duo indo-romeno ha all’attivo due vittorie ed è già qualificato per le semifinali, mentre il genovese e il bolognese non hanno più nulla da chiedere al torneo. C’è soltanto da offrire una prestazione non troppo dimessa al cospetto dei leader del girone Ashe/Smith e onorare al meglio la competizione e il grande 2015 per i nostri alfieri in terra inglese.

Le cose si fanno più interessanti nel secondo match di giornata, previsto non prima delle 14 ora di Londra, quindi le 15 italiane. Scendono in campo in campo Roger Federer e Kei Nishikori. Si tratta della sesta sfida tra i due, con l’elvetico in vantaggio 3-2 negli scontri diretti e vincitore dell’ultima sfida giocata 12 mesi fa proprio alla O2 Arena e sempre al livello di round robin. Se Roger Federer dovesse vincere si aggiudicherebbe il primo posto nel girone totalizzando tre vittorie su altrettanti match. Se, invece, fosse il tennista del Sol Levante a spuntarla, allora si aprirebbero scenari inediti.

Il terzo incontro (ore 18, le 19 in Italia) è il più allettante del girone Ashe/Smith. Stiamo parlando del match di doppio tra i gemelli Bryan e la coppia costituita da Jamie Murray e John Peers. Entrambe le coppie si presentano con una vittoria e una sconfitta all’attivo, dunque chi vince passa alle semifinali.

Infine, non prima delle 20 ora di Greenwich (le 21 in Italia) è la volta di Novak Djokovic vs Tomas Berdych. Il bilancio è completamente a favore del serbo numero 1 del mondo, che ha portato a casa ben 20 delle 22 sfide giocate con il ceco. L’ultima si è giocata non più di qualche giorno fa ai quarti di finale Master di Parigi Bercy, con Nole chirurgico nel portare a casa il match in due tie-break.

Si chiudono i gironi e arriva anche il tempo degli scenari. Interessante la situazione sia nel singolare che nel doppio. Nel girone Stan Smith la possibile vittoria di Roger Federer su Kei Nishikori darebbe allo svizzero il primo posto nel girone e costerebbe l’eliminazione dal torneo del tennista del Sol Levante, consentendo a un Novak Djokovic vincente su Tomas Berdych di ottenere il pass per il successivo turno.

Ma la vittoria di Federer potrebbe addirittura rimettere in gioco lo stesso Berdych. Le speranze di vittoria per il numero 6 del mondo contro Djokovic sono veramente scarse, così come sono scarse quelle di ottenere la qualificazione. Ma, ecco il primo paradossale scenario, se Federer battesse Nishikori e Berdych facesse lo stesso con Djokovic, ci sarebbero tre giocatori con una vittoria e due sconfitte (Berdych, Nishikori e Djokovic). Si andrebbe quindi al conteggio dei set. Se entrambe le partite finissero 2 set a 1 sarebbe Nole a passare il turno per una miglior differenza tra set vinti e persi (3/4). Se invece entrambi in match finissero per 2-0 allora sarebbe Berdych a qualificarsi perché avrebbe uno score di 3 set vinti e 4 persi contro i 2-4 di Djokovic e i 2-5 di Nishikori. Quindi il ceco numero 6 del mondo sarebbe qualificato come secondo dopo Roger Federer.

Altro scenario. Kei Nishikori batte Roger Federer e Novak Djokovic si sbarazza di Tomas Berdych. In questo caso ci si ritroverebbe con una classifica caratterizzata da tre giocatori con due vittorie e una sconfitta (Federer, Djokovic e Nishikori) ed entrerebbe ancora una volta in gioco il numero di set vinti. Con vittoria di Nishikori su Federer per 2-0 il nipponico avrebbe uno score di 4 set vinti e 3 persi. Il numero 1 del mondo, per non andare al conteggio dei game con lui, dovrebbe vincere su Berdych non lasciando al ceco nemmeno un set. E in ogni caso andrebbe al conteggio dei game con Federer in virtù dei 4 vinti e 2 persi dello svizzero. Insomma, le speranze sono poche anche per il tennista allenato da Michael Chang in quanto una sua vittoria dovrebbe arrivare con punteggio netto e la sua qualificazione sarebbe in ogni caso legata al risultato del match tra Djokovic e Berdych.

Infine, se Kei Nishikori vincesse su Roger Federer e Tomas Berdych avesse la meglio su Novak Djokovic per il nipponico si aprirebbero le porte della semifinale e il ceco potrebbe ricevere presto un regalo dal collega nipponico (ma forse non solo da lui) per il merito di aver estromesso dal torneo il numero 1 del mondo. In tale, improbabile scenario, Nishikori dovrebbe accontentarsi del secondo posto, ma accederebbe per la prima volta in carriera al penultimo atto delle Atp Finals. E Federer rimarrebbe saldo al primo posto andando ad affrontare il secondo classificato del girone intitolato a Ilie Nastase.

Nel girone di doppio Ashe/Smith Bob e Mike Bryan possono addirittura sperare di passare per primi. Infatti, se Fognini-Bolelli battessero Bopanna-Mergea in due set e gli americani vincessero sempre per 2-0 si dovrebbe ricorrere al conteggio dei game per decidere il primo posto nel girone. L’impresa sembra proibitiva e legata a condizioni che esulano dalla prestazione della coppia più titolata del tennis in doppio. Ma anche la pallina del tennis, come il pallone da calcio, è rotonda. E quindi può succedere tutto. Murray-Peers, invece, possono solo sperare in una vittoria per passare il turno e non hanno possibilità di arrivare primi nel girone avendo al momento un bilancio di 2 set vinti e 3 persi.

Foto: Tomas Berdych ha ancora una esigua speranza di passare alle semifinali (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ATP FINALS DAY 5. SI CHIUDE IL GIRONE “STAN SMITH”.”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.