ATP FINALS, MONFILS E THIEM SOGNANO IL COLPO DA DEBUTTANTI

Il francese e l'austriaco esordiscono al "Master" di fine anno e solo altri cinque giocatori nella storia del tennis sono riusciti a trionfare alla prima apparizione
giovedì, 10 Novembre 2016

TENNIS – Qualificarsi per il torneo di fine anno in cui giocano soli i migliori otto della stagione è già un risultato importante, e soprattutto per un giocatore giovane che ha ancora davanti tanti anni all’interno del circuito potrebbe rappresentare già una vittoria, ma nella storia delle Atp Finals c’è stato anche chi, non “accontentandosi” del debutto al “Master”, è riuscito addirittura a vincere il titolo al primo colpo.

Quest’anno a Londra i “rookie” sono due, ovvero Gael Monfils e Dominic Thiem, e pur essendo consapevoli che con avversari come il fresco numero uno del mondo Andy Murray e Novak Djokovic la vita sarà tutt’altro che semplice, entrambi sognano di entrare nella lista dei debuttanti di lusso, sperando di succedere a Stan Smith (1970), Ilie Nastase (1971), Guillermo Vilas (1974), John McEnroe (1978) e Alex Corretja (1998) in questo speciale albo d’oro.

Ed è stato proprio l’ex campione spagnolo, che diciotto anni fa riuscì a compiere l’impresa superando prima Sampras in semifinale e poi Moya in finale, a spronare il francese e l’austriaco, invitandoli a dare il meglio di sé: “Devono giocare entrambi con grande coraggio – ha dichiarato Corretja – fin dal primo match, consapevoli del fatto di avere le qualità giuste per mettere in difficoltà chiunque. Se non si faranno troppi problemi, se non penseranno alla forza degli avversari e crederanno fino in fondo nei propri mezzi, avranno una possibilità di arrivare fino in fondo”.

Del resto sia Monfils che Thiem potrebbero prendere questo incoraggiamento anche come buon auspicio per gli anni a venire, visto quanto successo ai primi tre giocatori che nella storia di questo sport sono riusciti a vincere il “Master” al primo tentativo. Stan Smith infatti, dopo il trionfo del 1970, nella stagione seguente vinse il suo primo titolo Slam agli Us Open, Ilie Nastase fece altrettanto nel 1972 trionfando anche lui a Flushing Meadows (dopo la vittoria alle Finals del 1971) e John McEnroe seguì le orme dei suoi due predecessori diventando per la prima volta re di New York nel 1979 dopo il successo su Arthur Ashe nella finale del “Master” dell’anno precedente.

Un trionfo al debutto a Londra quindi potrebbe spalancare la strada verso il primo titolo Slam della carriera anche a Gael Monfils e Dominic Thiem, anche se la carta d’identità, visti i  30 anni del francese, potrebbe lasciar pensare che le speranze più concrete possano essere dalla parte dell’austriaco. Ma nel tennis non si può mai dare nulla per scontato, e un eventuale exploit sul veloce della O2 Arena potrebbe regalare delle motivazioni e una rinnovata convinzione nei propri mezzi da sfruttare appieno nel 2017.

(Nella foto Monfils e Thiem – www.zimbio.com) 


Nessun Commento per “ATP FINALS, MONFILS E THIEM SOGNANO IL COLPO DA DEBUTTANTI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.