ATP FINALS: RUBLEV VINCE MA CRITICA LA SUPERFICIE

Il russo ha battuto nettamente Stefanos Tsitsipas a Torino, ma ha criticato anche lui la superficie
martedì, 16 Novembre 2021

Tennis. Ottimo esordio per Andrey Rublev alle ATP Finals di Torino. Il giovane russo, reduce da un periodo di appannamento, ha ritrovato il giusto smalto e ha liquidato in due set Stefanos Tsitsipas nella partita serale.

“Ha ragione Daniil. Penso che sia la superficie più veloce del circuito, secondo me pure troppo. Così non ci sono scambi. Dovrebbe essere molto, molto più lenta.

La settimana scorsa già in allenamento mi ero reso conto che ci sono solo aces e vincenti. Non c’è modo di scambiare.

Però non abbiamo scelta. Fidatevi, se potessi scegliere opterei per una superficie molto più lenta” – ha confidato Rublev.

Adesso se la vedrà con Novak Djokovic: “Novak è uno dei migliori giocatori della storia. Cercherò di vincere un paio di giochi… No, a parte gli scherzi, cercherò di fare il massimo e vedremo cosa succede, devo solo pensare a credere in me stesso”.

Andrey ha rivelato un aneddoto curioso: “Il mio match era alle 9 di sera, quindi durante il giorno ho avuto un sacco di tempo e ho deciso di dormire.

Normalmente durante il giorno non dormo mai, o se ci provo non ci riesco. Oggi invece mi sono addormentato per oltre un’ora. 

Ho messo la sveglia alle 18 e quando mi sono svegliato era tutto buio. Mi sono sentito come quando qualcuno ti svegli alle 6 di mattina e dici che vorresti dormire un’altra ora.

Inoltre solitamente prima di dormire metto sempre il telefono sotto carica ma stavolta non si caricava, quindi mi sono svegliato pure con il telefono scarico, era tutto strano. Ho dovuto cercare di svegliarmi in fretta”.

Tsitsipas ha voluto mantenere un pizzico di ottimismo: “Ora voglio migliorare il mio gioco, penserò a dare il meglio nella prossima partita. Il format permette di perderne una, ho esperienza ormai, queste sono le terze ATP Finals che gioco.

Questo non rende meno eccitante il fatto di essere qui ma mi permette di rimanere sereno. Ovviamente è un format speciale, qualcosa a cui non siamo abituati, anche il conto dei set è importante.

Però si ha la possibilità di crescere e migliorare durante il torneo ed è quello che cercherò di fare”.


Nessun Commento per “ATP FINALS: RUBLEV VINCE MA CRITICA LA SUPERFICIE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.