ATP FINALS: TROPPO DJOKOVIC PER BERRETTINI

Senza storia il primo match delle Nitto ATP Finals, in cui il numero 1 del mondo ha concesso tre game al nostro Berrettini

Tennis. Novak Djokovic ha iniziato la sua caccia alla sesta corona delle Nitto ATP Finals liquidando agevolmente il debuttante Matteo Berrettini con il risultato di 6-2 6-1 in 64 minuti nel Gruppo ‘Bjorn Borg’.

Djokovic dista ora 440 punti da Rafael Nadal nella battaglia per diventare il numero 1 del mondo a fine anno. Il serbo deve raggiungere la finale per avere la possibilità di centrare questo traguardo per la sesta volta, il che gli consentirebbe di eguagliare il record di Pete Sampras (1993-98).

Il 32enne di Belgrado vanta un bilancio stagionale di 54-9, oltre ad aver vinto cinque titoli nel circuito maggiore, rispettivamente agli Australian Open (d. Nadal) e Wimbledon (d. Federer), due eventi ATP Masters 1000 al Mutua Madrid Open (d. Tsitsipas) e al recente Rolex Paris Masters (d. Shapovalov), e un titolo di livello ATP 500 in quel di Tokyo.

“Penso che abbia risposto in maniera incredibile, è la cosa più impressionante che gli ho visto fare”, ha detto Berrettini, che ha anche ammesso di essersi sentito nervoso.

“Ho imparato molto da Roger e da Rafa. Di sicuro imparerò molto da lui. Stavamo giocando piatto, veloce, e lui si muoveva meglio di me, colpiva meglio di me. Quindi è stato difficile vincere i punti. Ma penso di aver giocato davvero bene.

Voglio dire, non proprio bene, ma una buona partita. Mi sento abbastanza fiducioso per il resto del torneo” – ha aggiunto l’azzurro, che attende ora il perdente della sfida serale tra Roger Federer e Dominic Thiem.


Nessun Commento per “ATP FINALS: TROPPO DJOKOVIC PER BERRETTINI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.