ATP METZ: BOLELLI FUORI TRA MILLE RIMPIANTI, GRANOLLERS LA SPUNTA AL FOTOFINISH

Il tennista bolognese spreca un match point nel tiebreak decisivo e alla fine si arrende dinnanzi allo spagnolo, eliminati anche Gasquet e Tsitsipas
martedì, 19 Settembre 2017

Tennis. La splendida cornice indoor dell’ATP di Metz continua purtroppo a voltare le spalle agli esponenti nostrani costretti ad incassare la terza eliminazione complessiva dopo quelle maturate ieri nei soggetti di Andreas Seppi e Alessandro Giannessi, entrambi costretti ad incassare due autentiche lezioni ad opera rispettivamente del francese Simon e del rumeno Copil. Ad abbandonare il torneo nella giornata odierna è stato invece Simone Bolelli estromesso dal veterano spagnolo Marcel Granollers, anche se a differenza dei connazionali il bolognese può letteralmente mangiarsi le mani ripensando al match point non sfruttato nel tiebreak del terzo set prima di arrendersi con il punteggio di 7-6(9) 3-6 7-6(8) in due ore e quarantacinque minuti di battaglia senza esclusione di colpi.

Un rammarico enorme in capo dunque all’attuale numero 204 del ranking, capace invece ieri di superare l’ultimo turno delle qualificazioni dopo aver annullato la bellezza di quattro match point al padrone di casa Humbert. Rimane comunque uno spiraglio di positività in relazione all’attitudine comunque positiva sempre dimostrata dall’azzurro, abile ad intraprendere un tentativo di rimonta nonostante la situazione assai negativa che lo avvolgeva al termine della frazione inaugurale. Senza dubbio un punto da cui ripartire in vista dei prossimi impegni, nella speranza che la delusione accumulata possa trasformarsi in nuova linfa al fine di ottenere risultati degni del suo talento indiscusso ma troppo spesso discontinuo.

Il set di apertura scorre via senza particolari emozioni fino al tiebreak, fatta eccezione per le tre palle break salvate dall’emiliano nel corso del sesto game scandito da un numero un pochino eccessivo di errori gratuiti che hanno rischiato di costare carissimi. Nella fase di maggiore tensione è proprio Bolelli il primo a garantirsi un set point, ma l’iberico risale la china e alla fine riesce ad archiviare la pratica alla quarta opportunità a disposizione benchè Simone provi in tutti i modi a sovvertire un esito assolutamente beffardo. A decidere la seconda frazione è invece un unico break infilato dal 31enne italiano proprio quando ci si aspettava che il contraccolpo psicologico fosse destinato ad avere la meglio sulle residue speranze del nostro rappresentante. Il giocatore spagnolo, dal canto suo, fallisce miseramente due chance di impattare nel punteggio e si trova dunque costretto a prolungare il suo sforzo al parziale decisivo.

Complice anche la stanchezza palesata da entrambi gli atleti, si assiste praticamente ad una copia di quanto avvenuto in precedenza: nessuna occasione in risposta fino all’epilogo rappresentato di nuovo dal tiebreak. Bolelli non è in grado di convertire un provvidenziale match point capitatogli sul 6-5, preludio ad un tremendo susseguirsi di colpi di scena da una parte e dall’altra fino a quando Granollers non trova la zampata giusta al terzo match point giunto sulla sua rigida racchetta. Peccato davvero, anche considerando che il prossimo turno avrebbe messo di fronte al vincitore l’imprevedibile Benoit Paire, dotato di enorme estro ma anche di una discontinuità fuori dal comune in tutti i sensi. Intanto, però, il settimo favorito del seeding si è sbarazzato della stella greca Stefanos Tsitsipas per 6-2 6-4 in quello che costituiva uno dei match più attesi dell’intera giornata.

Non dimenticherà facilmente questa esperienza il 27enne tedesco Yannick Maden, che ottiene la prima vittoria a livello ATP battendo alla distanza l’argentino Kicker per 6-4 3-6 6-3, in attesa di confrontarsi ora un pochino a sorpresa dinnanzi a Denis Istomin. L’uzbeko si è infatti tolto lo sfizio di rimontare Richard Gasquet non apparso al massimo della condizione, un epilogo davvero insperato se si guarda all’andamento della frazione inaugurale portata a casa dal transalpino addirittura 6-1. Gloria infine per il georgiano Basilashvili e il tedesco Gojowczyk, usciti entrambi vittoriosi da due autentiche battaglie al terzo set rispettivamente contro Millot (2-6 7-6 6-4) e Gombos (6-3 6-7 6-3).

Risultati:

N. Basilashvili b. [Q] V, Millot 2-6 7-6(5) 6-4
[LL] Y. Maden b. N. Kicker 6-4 3-6 6-3
M. Granollers-Pujol b. [Q] S. Bolelli 7-6(9) 3-6 7-6(8)
[7] B. Paire b. [Q] S.Tsitsipas 6-2 6-4
[Q] P. Gojowczyk b. N. Gombos 6-3 6-7(4) 6-3
D. Istomin b. [6] R. Gasquet 1-6 6-4 6-4


Nessun Commento per “ATP METZ: BOLELLI FUORI TRA MILLE RIMPIANTI, GRANOLLERS LA SPUNTA AL FOTOFINISH”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.